World Solar Challenge: vincono i giapponesi

Il Team Tokai dal Giappone si è imposto nell’undicesima edizione del World Solar Challenge, gara per auto solari disputata in Australia.

World Solar Challenge: vincono i giapponesi

di Luca Gastaldi

20 ottobre 2011

Il Team Tokai dal Giappone si è imposto nell’undicesima edizione del World Solar Challenge, gara per auto solari disputata in Australia.

Il giapponese Team Tokai ha concluso al primo post il Veolia World Solar Challenge, gara per automobili spinte da energia solare che si è disputata in Australia sui 3.012 chilometri di strade che dividono le città di Darwin e Adelaide, rispettivamente all’estremo nord e all’estremo sud del continente.

Il Tokai Challenger 2 (vettura costruita dalla squadra giapponese) si è imposta dopo 32 ore e 45 minuti di gara alla rispettabile velocità media di 91,54 km orari. Fino a Port Augusta, il Challenger 2 ha lottato contro la Nuna 6 della squadra olandese con i colori dell’Università di Delft, seconda al traguardo dopo 33 ore e 5 minuti. Al terzo posto la vettura dell’Università del Michigan, l’American Solar Champions con il tempo totale di 35 ore e 33 minuti.

Tra le 37 vetture al via (in rappresentanza di 21 nazionalità diverse) c’era anche l’Emilia 2 del team italiano Onda Solare, portacolori dell’Istituto meccanico Ferrari e dell’Università di Bologna. Una vettura che rappresenta il risultato di lunghe ricerche nel settore delle soluzioni per il trasporto urbano. La squadra è composta da 16 persone, con a capo l’ingegnere aerospaziale Stefano Maglio e i due piloti Ruggero Malossi (specializzato in pannelli fotovoltaici) e Gianluca Filippini (ingegnere meccanico).

Le tappe intermedie di questa undicesima edizione della competizione hanno toccato le città di Katherine, Tennant Creek, Alice Springs, Coober Pedy e Port Augusta.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...