Motor Bike Expo 2018: la patria del custom

Al MBE 2018 ci sarà grandissimo spazio per il mondo del customizzazione. Sono tanti i rappresentati di questa categoria che giungeranno a Verona da ogni parte del mondo.

Motor Bike Expo 2018: la patria del custom

di Tommaso Giacomelli

18 gennaio 2018

La nuova edizione del Motor Bike Expo 2018, che si tiene a Veronafiere dal 18 al 21 gennaio, è una grande occasione per immergersi totalmente nel mondo delle moto custom. Sempre più l’importante kermesse scaligera attira fra i suoi padiglioni gli appassionati di questa tipologia di due ruote, e tante sono le attività e i contest realizzati dagli organizzatori per esaltare gli interpreti di questa disciplina. Moltissimi sono gli ospiti noti che prenderanno parte alla giuria del contest ufficiale MBE Award, stiamo parlando di: Go Takamine (Giappone) di Brat Style, dal fotografo Michael Lichter (USA), da Zach Ness e Danny Schneider (Svizzera). Ci sarà spazio anche per un membro della giuria nostrano e molto particolare, Rocco Siffredi, appassionato di moto, intenditore e collezionista.

Al MBE ci saranno anche dei protagonisti dall’oriente, infatti da Abu Dhabi arriva il Custom Show Emirates, che per l’occasione mostrerà una selezione delle migliori special provenienti dal Medio Oriente. Ci sarà anche un ospite da Taiwan, Winston Yeh di Rough Crafts, ospitato presso bikerlab.com. Uno degli eventi più attesi è “The Art of Kustom“, l’esibizione dal vivo dei migliori artisti della decorazione provenienti da Thailandia, Taiwan e Giappone, organizzata in collaborazione con 70’s Helmets. Per l’occasione Kirk Taylor, di Custom Design Studios, farà il giudice d’eccezione.

Anche gli europei saranno protagonisti nel mondo della customizzazione al Motor Bike Expo 2018, infatti dalla Spagna arriva il Spanish Bike Scene, all’interno del padiglione 3, dove Eliot Iron Magazine (Spagna) ha riunito le novità delle officine iberiche come Hell’s Kitchen Garage, Valtoron e Bolt Motor Company. Anche dalla Gran Bretagna non restano a guardare e a Verona ci sarà il Rocket Bobs Cycle Works. Infine, il legame tra Verona e la Germania è storicamente molto forte, perciò non poteva mancare all’appello la batteria tedesca, rappresentata dai maestri del custom come Fred Kodlin e Marcus Walz, la cui fama li precede.