Nuova Triumph Tiger 800 XC ed XR

Rivista in 200 particolari e declinata in due varianti vanta un sound più coinvolgente.

Nuova Triumph Tiger 800 XC ed XR

Tutto su: Triumph Tiger 800

di Valerio Verdone

07 novembre 2017

La Triumph rinnova la sua “tigre” più piccola, la Tiger 800 che ha guadagnato un aggiornamento in ben 200 particolari rispetto al modello precedente. Chiaramente, seguendo lo schema della sorella maggiore 1200, anche la 800 è destinata sia a chi predilige una guida su asfalto (XR), che a coloro che amano mettere le ruote sui terreni più accidentati (XC).

La prima presenta dei cerchi in lega da 19 pollici all’anteriore e da 17 pollici al posteriore con sospensioni Showa, mentre la seconda delle ruote a raggi da 21 pollici all’anteriore e da 17 pollici al posteriore con tanto di sospensioni WP. C’è anche la variante stradale con seduta bassa, la XRx low seat che presenta una sella posizionata più in basso di 50 mm.

In merito ai cambiamenti tecnici, il corposo propulsore 800cc a tre cilindri è accoppiato ad un cambio con la prima più corta e si giova di un impianto di scarico più leggero che non compromette la potenza massima di 95 CV e la coppia, fissa a 79 Nm, ma che viene rilasciata a 200 giri più in alto. Il sound si annuncia più intrigante per rendere la guida ancora più appagante anche dal punto di vista sonoro.

Più leggera da 1 ad 8 kg a seconda delle versioni, la nuova Tiger 800 presenta un telaio con cannotto di sterzo diminuito ed un impianto frenante Brembo. C’è anche il nuovo cruise control azionabile da un solo pulsante, un nuovo parabrezza regolabile che garantisce maggiore protezione e si può regolare in 5 posizioni, mentre strumentazione, fari e comandi generali, riprendono quelli della sorella maggiore Tiger 1200.

Chiaramente, non manca una lista di accessori ben fornita con optional dedicati ai viaggiatori come la sella riscaldata, le protezioni per motore e telaio e le indispensabili borse rigide.