Altro che rapimento! Gira in Ferrari a 14 anni

In Germania un 14enne sottrae al padre la Ferrari e scompare per un "giretto". Peccato che la polizia pensasse ad un rapimento di minore...

Ferrari 458 Italia

Altre foto »

Che l'attrazione verso le "rosse" inizi in tenera età è cosa nota e lo dimostra questa storia proveniente dalla Germania. Un ragazzino di 14 anni, infatti, non ha resistito alla tentazione di sottrare la Ferrari nuova di zecca al padre.

Dopo averla acquistata a Berlino per 200.000 Euro, il facoltoso papà decide di andare a fare un lungo giro per l'Europa con la sua nuova sportiva di Maranello, portando con sé moglie e figlio.

Ma durante una sosta presso un commissariato del sud della Germania - a causa di un controllo di routine - il giovanissimo rampollo sgattaiola via con le chiavi dell'auto e inizia a girare per la zona.

Quando i genitori si accorgono della sparizione, pensano subito al furto dell'auto e - soprattutto - al rapimento del proprio figlio. Per questo motivo, la polizia inizia una autentica caccia all'uomo temendo per l'incolumità del minore.

In realtà, dopo la passeggiata con la "rossa", durata un paio d'ore, il 14enne ritorna tranquillo dov'era partito riconsegnando l'auto al padre senza troppo imbarazzo ma ricevendo in cambio una denuncia per guida senza patente.

Se vuoi aggiornamenti su FERRARI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 14 luglio 2011

Altro su Ferrari

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli
Motorsport

Ferrari 488 Challenge: versione racing da 670 cavalli

Presentata a Daytona la nuova Ferrari 488 Challenge da 670 CV: sarà impiegata nell'edizione numero 25 del monomarca di Maranello.

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali
Anteprime

Ferrari: celebra i 70 anni con 70 livree speciali

La Casa di Maranello proporrà 70 colorazioni per ognuno dei 5 modelli in listino

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico
Motorsport

Ferrari: ricorso per la penalizzazione di Vettel nel GP del Messico

Il team di Maranello torna all’attacco in seguito alle vicende messicane