Un pulmino Volkswagen da 217.000 dollari

A tanto è stato venduto un pulmino Volkswagen Samba 23 vetri del 1963, restaurato con parti rigorosamente originali.

Un pulmino Volkswagen da 217.000 dollari

di Simonluca Pini

28 giugno 2011

A tanto è stato venduto un pulmino Volkswagen Samba 23 vetri del 1963, restaurato con parti rigorosamente originali.

Cifre da capogiro raggiunte all’asta VW Classic, il più grande evento negli Stati Uniti dedicato alle vetture del marchio tedesco. Tra i mezzi ad aver impressionato il pubblico e gli esperti del settore per il prezzo di vendita proposti da Barret-Jackson, troviamo un pulmino Volkswagen Samba 23 vetri del 1963: il bus tedesco è stato al centro di un’asta caratterizzata da rilanci da migliaia di dollari e arrivata alla cifra record di 217.800 mila dollari.


Vi state domandando come un pulmino della Volkswagen abbia potuto raggiungere un prezzo così elevato? Guardate la galleria di immagini e lo capirete. Il VW Samba 23 vetri venduto negli Stati Uniti sembrava appena uscito dalla concessionaria, nonostante i quasi 50 anni di vita. Protagonista di un restauro durato ben sette anni, il van è stato riportato fedelmente nelle condizioni originali.


Caratterizzato dall’affascinante verniciatura bicolore con fregi in alluminio, salendo a bordo del Volkswagen Samba si verrà accolti da un abitacolo a nove posti dove ogni componente (come tetto apribile, contachilometri, maniglie e guarnizioni) rispecchia le caratteristiche dell’epoca.


Come possiamo vedere dalle foto la cura del dettaglio è impressionante: ogni componente meccanico è stato sostituto con pezzi rigorosamente originali, trovati dopo lunghe ricerche. Naturalmente anche il motore ha subito un profondo restauro: l’unità 1,500 L a quattro cilindri è stata smontata pezzo per pezzo e riportata alle prestazioni originali, regalando così al fortunato neo-proprietario lo stesso piacere di guida del 1963.


A conferma del grande lavoro svolto, il Volkswagen Samba 23 vetri è stato certificato componente per componente dai tecnici del registro storico Volkswagen, massimi esperti in veicoli d’epoca realizzati dall’azienda di Wolfsburg.