Toyota litiga con Apple ma fa marcia indietro

Su richiesta di Apple il colosso dell’auto ritira dal mercato un tema per iPhone diffuso tramite la piattaforma non ufficiale Cydia.

Toyota litiga con Apple ma fa marcia indietro

Tutto su: Toyota

di Lorenzo Stracquadanio

06 aprile 2011

Su richiesta di Apple il colosso dell’auto ritira dal mercato un tema per iPhone diffuso tramite la piattaforma non ufficiale Cydia.

Lo scorso febbraio Toyota aveva messo a punto un tema personalizzato per iPhone allo scopo di pubblicizzare il brand Scion (diffuso sul mercato americano). Fin qui nulla di strano se non fosse che il tema in questione (screesaver, sfondo del display e icone varie) è stato distribuito tramite Cydia, la piattaforma parallela dedicata agli smartphone “sbloccati” della Mela, bypassando così quella ufficiale.

La campagna Toyota non è avvenuta affatto sottobanco, ma in piena del luce, e supportata attraverso una vera e propria operazione promozionale messa in piedi dal colosso nipponico. La cosa ovviamente non è piaciuta ai vertici di Apple che hanno prontamente chiesto di sospendere gli spot e di rimuovere l’applicazione perché non autorizzata direttamente da Cupertino.

Una richiesta che è andata a buon fine e che la stessa Toyota ha giustificato nell’ottica di voler “mantenere buoni rapporti” con l’azienda di Steve Jobs. La storia però sembra condirsi nelle ultime ore di un ulteriore spunto interessante. Secondo indiscrezioni infatti il colosso nipponico dovrebbe a breve annunciare una partnership con il diretto concorrente di Apple, cioè Microsoft allo scopo di lanciare sul mercato una piattaforma tecnologica condivisa dedicata espressamente al settore automobilistico e che comprenderebbe la gestione di telefonate, musica, navigatore satellitare e ovviamente applicazioni per smartphone targati Windows.