Jim Press arriva a New York sulla Fiat 500

Il vicepresidente di Chrysler Jim Press entra in scena al Salone di New York con una Fiat 500. Segno che l’accordo è cosa fatta

Jim Press arriva a New York sulla Fiat 500

Tutto su: FIAT 500

di Redazione

09 aprile 2009

Il vicepresidente di Chrysler Jim Press entra in scena al Salone di New York con una Fiat 500. Segno che l’accordo è cosa fatta

.

“Ecco la macchina ideale per girare a New York”. Con queste parole, precedute da un “Ciao”, Jim Press, il vicepresidente del gruppo Chrysler, entra sul palco del Salone statunitense e afferma che si è vicini all’accordo definitivo con Fiat da siglare entro il primo Maggio.

“In questa fase con Fiat non vediamo nulla che possa creare una impasse o un ostacolo verso un accordo.” E aggiunge: “Abbiamo in corso un dialogo costruttivo, un dialogo cooperativo con tutte le parti, e siamo fiduciosi che riusciremo a centrare tutti gli obiettivi”. Secondo Press infatti il lavoro per stilare il piano di cooperazione con Fiat va avanti 24 ore al giorno per riuscire ad ottenere in tempi brevi l’approvazione dell’amministrazione di Obama.

Parlando dell’accordo con il gruppo italiano, definisce perfetto il matrimonio con Fiat, perché non ci sarebbero in alcun modo sovrapposizioni di veicoli, sottolineando che grazie alla tecnologia Fiat, il gruppo italiano ha ottenuto il primo posto tra i costruttori con la gamma più rispettosa dell’ambiente.

Infine ha concluso con una battuta sulle dimensioni della 500, paragonandole a quelle dei motori che equipaggiano le vetture Chrysler. Un mea culpa e una conferma: a breve la 500 arriverà negli States.

Foto courtesy of Jalopnik