Porsche: rivive il mito della 906

Patrick Motorsports ricostruisce ben 3 esemplari della vettura con motore 6 cilindri da 220 cv concepita negli anni ’60 per le competizioni.

Porsche: rivive il mito della 906

di Lorenzo Stracquadanio

01 aprile 2011

Patrick Motorsports ricostruisce ben 3 esemplari della vettura con motore 6 cilindri da 220 cv concepita negli anni ’60 per le competizioni.

Non uno ma ben 3 esemplari della mitica Porsche 906 sono stati di recente restaurati da Patrick Motorsports, service americano altamente specializzato nell’elaborazione e nella ricostruzione di vetture a marchio Porsche. I tecnici hanno lavorato duramente per riportare all’antico splendore una delle vetture da competizione più interessanti degli anni ’60.

La Porsche 906 infatti – detta anche Carrera 6 – venne introdotta nel 1966 (successivamente venne realizzata anche una versione race-replica). Dotata di un telaio tubolare di tipo space-frame e di una carrozzeria realizzata in fibra di vetro, la vettura tedesca pesava soltanto 580 kg; una massa quindi estremamente contenuta che la rendeva un’auto ideale per le competizioni (era omologata per gareggiare nella categoria Gruppo 4).

All’estrema leggerezza si abbinava inoltre un motore boxer a 6 cilindri da 2 litri in grado di erogare circa 220 cavalli ma collocato in posizione centrale per bilanciare i pesi e dare maggior equilibrio dinamico alla vettura. La Porsche 906 era in grado di toccare i 280 km/h, una velocità di tutto rispetto ancora oggi e quasi da record per quei tempi.

Grazie al lavoro di Patrick Motorsports oggi 3 esemplari di questo splendido modello sono ritornati a vivere, con un pizzico di modernità in più. I tecnici americani infatti hanno impiegato sospensioni più efficienti e materiali innovativi per il padiglione, migliorandone nel complesso la qualità costruttiva.

Il tutto però rimanendo estremamente fedeli al progetto originario. Il prezzo per portarsi a casa una di queste 906 non è stato comunicato, ma sarà senza dubbio in linea con la rarità e il prestigio del modello molto apprezzato dagli estimatori del marchio di Stoccarda.