Una Ferrari a Le Mans per Patrick Dempsey

Il popolare interprete della serie Grey’s Anatomy correrà alla 24 Ore di Le Mans con una Ferrari 430 del team italiano Advanced Engineering

Una Ferrari a Le Mans per Patrick Dempsey

di Leopoldo Canetoli

01 aprile 2009

Il popolare interprete della serie Grey’s Anatomy correrà alla 24 Ore di Le Mans con una Ferrari 430 del team italiano Advanced Engineering

.

Ha appena passato la quarantina, ma è già l’idolo delle teenagers cha sui siti a lui dedicati lasciano baci e lacrime. Acclamato dalla rivista People come il secondo uomo più sexy del mondo (dopo George Clooney), Patrick Dempsey, americano del Maine, ma con origini irlandesi, sta spopolando a Hollywood e su tutte le televisioni USA (da poco anche in Italia, su Fox Life) con la serie Grey’s Anatomy.

E dire che da ragazzino aveva avuto problemi di dislessia, che lo avevano portato a praticare sport nei quali riusciva benissimo, come nello sci, dove vinceva titoli nazionali in slalom. Per anni non ha considerato più di tanto il mondo dell’auto, servendosi di una Mercedes 240 Diesel. Ma con i primi guadagni è passato alla classica Porsche 356, la vettura di James Dean, e poi Jaguar, Porsche, e tante altre.

Ma il colpo di fulmine è arrivato nel 2004, quando ospite di Tony George alla 500 Miglia di Indianapolis ha scoperto lo sport vero, e la sua passione per le competizioni. E’ subito entrato, come comproprietario (assieme a George) del team Vision Racing, che schiera vetture Indy nella serie IRL. Ma lui stesso, un paio di anni fa, ha cominciato a correre nella serie Grand-Am schierandosi, l’anno scorso, in ben nove gare.

No, gli ovali non fanno per me – ha dichiarato più volte parlando della serie Indy, che peraltro segue con la sua squadra – mi piace guidare su percorsi stradali…forse, venti anni fa, avrei dovuto pensarci allora…“.

Ma il suo sogno, comune a molti americani che sognano le più affascinanti gare europee, era correre alla 24 Ore di Le Mans

Quest’anno il sogno si sta avverando, visto che è venuta fuori, in extremis, l’auto giusta per la classica francese. Si è liberato un posto (per partecipare alla 24 Ore ci vuole un invito) lasciato libero dal team Gigawave che ha ritirato la sua Aston Martin per concentrarsi nel FIA GT, e così è entrata la prima riserva, il team Advanced Engineering portata in pista dalla AF Corse di Amato Ferrari, che metterà a disposizione una Ferrari 430 per il trio USA Patrick Dempsey, Joe Foster e Don Kitch Jr

La Ferrari per il dottor Stranamore sarà una GT2 identica a quella con la quale il team AF Corse schiererà il due volte campione della categoria Gimmi Bruni che avrà come compagni i due argentini Luis Perez Companc e Matias Russo.

E correrà anche per promuovere una iniziativa che a Dempsey sta molto a cuore: il Patrick Dempsey Center, un istituto per la cura del cancro che ha sede a Lewistone, che il dottor Derek fondò dopo che la madre riuscì per tre volte a sconfiggere questa insidiosa malattia.