Ferrari: quando il furto sa di truffa…

Negli USA una Ferrari 348 era stata rubata e poi ritrovata anche se completamente distrutta. E se fosse una truffa ai danni dell’assicurazione.

Ferrari: quando il furto sa di truffa...

Tutto su: Ferrari

di Redazione

20 gennaio 2011

Negli USA una Ferrari 348 era stata rubata e poi ritrovata anche se completamente distrutta. E se fosse una truffa ai danni dell’assicurazione.

Agatha Christie non guidava una Ferrari eppure non avrebbe saputo fare di meglio. È un vero giallo quello nato sul forum FerrariChat, dedicato ai ferraristi americani, intorno al furto di una Ferrari 348. L’auto era stata rubata ma un post sul forum e un utente eroico avevano permesso il ritrovamento, anche se la vettura era stata distrutta. Poi il colpo di scena: forse, quell’auto, non era mai stata rubata veramente.

Andiamo con ordine e cerchiamo di riannodare i fili di questa strana storia. Un utente del forum FerrariChat, 348Tony, posta la sua richiesta di aiuto: gli hanno rubato la Ferrari 348 proprio sotto il naso, mentre era parcheggiata nel garage di casa, e lui non si è accorto di nulla, nemmeno del rombo del motore. Primo dettaglio sospetto, visto che una Ferrari non passa certo inosservata

Passa del tempo e un altro utente compie il miracolo tanto atteso: si collega al forum e annuncia trionfante che ha visto la Ferrari 348 in questione. E’ parcheggiata vicino al suo posto di lavoro dal giorno stesso del furto, avvenuto di sabato pomeriggio. Ma l’auto è completamente distrutta e la polizia ha già attaccato gli adesivi per segnalarne la rimozione.[!BANNER]

Però il “giallo” non sarebbe tale, senza un colpo di scena finale. Alcuni utenti del forum, infatti, ipotizzano che il furto fosse soltanto una truffa orgnizzata ai danni dell’assicurazione. Le prove? Un ladro non distruggerebbe la macchina e poi proprio quella Ferrari 348, una settimana prima, era stata fotografata sotto una forte nevicata, che di certo qualche danno l’aveva causato. I responsabili? Proprio il proprietario della Ferrari e l’utente che l’aveva ritrovata.

Il forum ora è spaccato tra innocentisti e colpevolisti. L’unico sfortunato è proprio Tony: la sua auto è stata distrutta comunque e ora si trova contro anche l’indice puntato dei ferraristi americani.