Ford Usa: prestazioni limitate se guida un teenager

Negli Usa Ford sta sviluppando un sistema che riduce le prestazioni quando alla guida c’è un neopatentato.

Ford Usa: prestazioni limitate se guida un teenager

di Luca Gastaldi

03 gennaio 2011

Negli Usa Ford sta sviluppando un sistema che riduce le prestazioni quando alla guida c’è un neopatentato.

In Italia ci ha pensato il Codice della Strada a “mettere un freno” ai neopatentati: l’articolo 117 stabilisce, infatti, che per i primi tre anni dal conseguimento della patente B non è consentito superare i 100 km/h in autostrada e i 90 km/h sulle strade extraurbane principali, mentre per il primo anno non è consentita la guida di autoveicoli con potenza specifica, riferita alla tara, superiore a 55 kW/t e comunque di 70 kW al massimo.

Negli Stati Uniti invece il freno lo sta tirando la Ford. La Casa automobilistica a stelle e strisce sta infatti sviluppando il suo sistema di regolazioni elettroniche “MyKey” – attivo già dal 2009 – in grado di limitare le prestazioni quando c’è un giovane al volante.

Non solo, questo “cervello” elettronico agisce anche sulla radio limitando il volume, bloccando le emittenti che trasmettono programmi che favoriscono l’aggressività, e impedendo l’ascolto quando le cinture non sono allacciate. Il tutto potrà essere attivato o disattivato dai genitori.

Il MyKey “evo2” verrà installato in primo equipaggiamento sui modelli USA Taurus ed Explorer e sarà optional per gli altri.

[!BANNER]

Nello specifico, i limiti di velocità del rinnovato sistema MyKey si potranno impostare su 65, 70, 75 o 80 miglia orarie ed i genitori potranno anche scegliere settaggi cittadini o autostradali. Il traction control, infine, non potrà essere disattivato.