La Rolls Royce della regina costretta alla pensione

È ora di andare in pensione per la prima auto dei reali d’Inghilterra, la Rolls Phantom VI, ritenuta non più sicura dopo le proteste degli studenti.

In Gran Bretagna la rivolta studentesca ha quasi raggiunto i livelli delle contestazioni degli anni '60 e '70 e a farne le spese nei giorni scorsi anche il Principe di Galles e consorte, Carlo e Camilla, a bordo della loro Rolls-Royce. La coppia è infatti stata aggredita da una folla inferocita mentre si recava all'annuale Royal Variety Show sulla Rolls-Royce Phantom VI che presta servizio per la famiglia Reale da oltre trentanni.

Phantom VI: fascino da vendere, ma la sicurezza...

Le immagini della coppia impaurita nell'abitacolo hanno fatto il giro del mondo. La prestigiosa Rolls è stata oltraggiata con lancio di uova, vernice bianca sulla carrozzeria e un finestrino sfondato. Proprio a seguito di questo episodio, il Ministro dell'Interno Theresa May ritiene che quest'auto non sia più all'altezza del compito che è chiamata a svolgere: trasportare e proteggere la famiglia reale.

In realtà la Phantom ha resistito piuttosto bene all'assalto furioso e violento dei dimostranti,  nonostante non sia dotata di blindatura né tanto meno di vetri antiproiettili. Anzi, la carrozzeria della Phantom è stata modificata per dotarla di un padiglione più alto ed una vetratura più estesa così che i Reali potessero essere ben visibili ai propri sudditi, nei loro viaggi tra la folla. 

La preferita di Elisabetta

La Rolls-Royce Phantom VI ha alle sue spalle una storia importante, in origine infatti era stata donata alla regina Elisabetta II, divendo la sua autovettura preferita. È stata la prima vettura Reale, ceduta in occasione delle celebrazioni per i 25 anni del regno (il "Silver Jubilee" del 1977) dalla Society of Motor Manufacturers and Traders, l'associazione dei costruttori automobilistici inglesi.

Così dopo più di trentanni di onorata carriera la Rolls-Royce Phantom VI lascia il proprio incarico quasi con infamia, lasciando il passo alle altre sette vetture che compongono la flotta reale, tutte in livrea "Royal Claret".  Ancora in servizio le altre due Rolls-Royce usate in occasioni speciali: la Phantom VI datata 1950 con motore 8 cilindri 5.76 litri e carrozzeria speciale realizzata dalla Mulliner, e quella più recente datata 1987. Frutto dell'eredità della Regina Madre sono invece le tre Daimler DS420, usate solo di rado. La prima Daimler Phaeton era stata acquistata dal Principe Edoardo due anni prima di essere incoronato re, per esigenze di spostamento.

In realtà le uniche due vetture ad essere utilizzate con maggiore frequenza sono le due Bentley State Limousine realizzate per Elisabetta II in occasione del "Golden Jubilee" del 2002, questa volta all'insegna della sicurezza. Derivate dalla Arnage, le due ammiraglie dei Reali d'Inghilterra hanno una lunghezza di 6,23 metri e mostrano sul proprio cofano l'effige personale della regina: San Giorgio che uccide il drago.

Se vuoi aggiornamenti su ROLLS-ROYCE PHANTOM inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Noemi Ricci | 14 dicembre 2010

Altro su Rolls-Royce Phantom

Rolls-Royce Phantom 2018: la prima immagine della scocca
Anteprime

Rolls-Royce Phantom 2018: la prima immagine della scocca

La erede della longeva Phantom arriverà fra due anni. Nel frattempo, ecco un'anteprima della fase di realizzazione del telaio.

Rolls-Royce Sunrise Phantom Extended Wheelbase
Anteprime

Rolls-Royce Sunrise Phantom Extended Wheelbase

Il nobile Costruttore inglese ha realizzato un esemplare unico su base Rolls-Royce Phantom caratterizzato da una vernice unica nel suo genere.

Rolls-Royce Phantom: la nuova generazione nel 2016
Anteprime

Rolls-Royce Phantom: la nuova generazione nel 2016

Dopo 13 anni di onorata carriera, la lussuosa e opulenta berlina inglese sarà sostituita il prossimo anno da un modello inedito.