Need for Speed: Pagani e Lambo nel promo ufficiale

Nella modalità Hot Pursuit dell’ultima versine di Need for Speed la polizia insegue i fuggitivi di Lamborghini Murciélago e elicotteri

Need for Speed: Lambo Murcielago e Pagani Zonda

Altre foto »

Nella sua ultima versione, ora nei negozi, Need for Speed ripropone la modalità di gioco Hot Pursuit, in cui la missione del giocatore è quella di sfuggire alla legge. Sfortunatamente però, nel popolare gioco di corse creato da Criterion, anche la polizia è dotata di auto di tutto rispetto, rendendo il compito del fuggitivo assolutamente non facile.

Nonostante l'assortimento di supercar sportive tra cui è possibile scegliere, infatti, è dura la lotta contro una polizia alla guida di una Lamborghini Murciélagos lanciata in inseguimenti senza respiro.

Lo sfondo delle Alpi italiane ci fa sentire quasi a casa, dando al brivido delle alte velocità  quel tocco di realismo in più. Il fatto che all'improvviso compaiano all'inseguimento anche degli elicotteri non fa che rendere l'inseguimento ancora più suggestivo ed emozionante.

Una battaglia all'ultima accelerata e all'ultimo rombo, mostrata in anteprima nell'ultimo trailer, filmato per il promo di Need for speed: neanche la Pagani Zonda può nulla contro una polizia così ben dotata.

 

 

Se vuoi aggiornamenti su NEED FOR SPEED: PAGANI E LAMBO NEL PROMO UFFICIALE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Noemi Ricci | 22 novembre 2010

Vedi anche

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Neve, ghiaccio, freddo e condizioni al limite caratterizzeranno Blizzard Mountain, il DLC per Forza Horizon 3 in arrivo a dicembre.

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

L’obiettivo dell’edizione 2017 del Calendario Pirelli è quella di rappresentare la bellezza naturale, senza alterazioni.

Seat: arriva il car sharing per i dipendenti

Seat: arriva il car sharing per i dipendenti

Sarà un progetto pilota denominato Connected Sharing