Elon Musk: niente stipendio, ma quote di Tesla se raggiunge gli obiettivi

Il CEO di Tesla rinuncerà allo stipendio per i prossimi 10 anni, ma se gli obiettivi saranno raggiunti riceverà un maxi bonus in stock options.

Elon Musk: niente stipendio, ma quote di Tesla se raggiunge gli obiettivi

Tutto su: Tesla

di Francesco Donnici

24 gennaio 2018

Elon Musk, CEO di Tesla ed uno degli uomini più visionari del pianeta, ha comunicato che rinuncerà allo stipendio per 10 anni pur continuando a fare il proprio lavoro. Per l’imprenditore sudafricano, naturalizzato statunitense, si tratta di una nuova scommessa, perché se al termine dei due lustri Tesla raggiungerà gli obiettivi di margini e ricavi prefissati, il fondatore della Casa di auto elettriche californiana otterrà il 12% del Gruppo.

La strada intrapresa da Musk punta quindi a far crescere il valore della sua azienda dagli attuali 59,3 miliardi ad un picco di 650 miliardi tra 10 anni. Tesla proverà quindi ad ottenere ricavi pari a 175 miliardi di dollari ed un utile di 14 miliardi di dollari, ovvero obiettivi decisamente ambiziosi considerando che attualmente il costruttore di Palo Alto ha portato a casa nell’anno appena trascorso un ricavo pari a 11,7 miliardi di dollari. Se i target prefissati non verranno raggiunti, Musk non perderà nulla come sottolineato dalla sua clausola di stock option attualmente proposta dal board della società che dovrà passare al vaglio dell’assemblea dei soci fissata per il prossimo marzo.

Se gli obiettivi verranno raggiunti, come accennato in precedenza, Musk riceverà il 12% del Gruppo che dovrebbe valere la cifra da capogiro di 78 miliardi di dollari. La prima tappa di questa difficile, quanto avvincete sfida finanziaria è stata fissata al raggiungimento dei 100 miliardi di dollari, quelle successive saranno invece suddivise a scaglioni di 50 miliardi: 150, 200, 250, e via dicendo fino a raggiungere il traguardo dei 650 miliardi di dollari. Anche se sembrano obiettivi impossibili, ricordiamo che Elon Musk è già riuscito a centrare il target del vecchio piano di stock option che risultava pari ad un valore in borsa di 43 miliardi di euro, da raggiungere entro il 2022.

Per ottenere tutto questo, il CEO di Tesla si è impegnato a rimanere alla guida dell’azienda per altri 10 anni per vincere le sfide a lungo e a breve termine che la Casa di vetture elettriche dovrà affrontare. Tra quelle più vicine troviamo sicuramente quella di ridurre ed eliminare completamente i ritardi relativi alla produzione della Tesla Model 3, la nuova berlina elettrica dal costo molto abbordabile. Un’altra sfida fondamentale sarà quella di raggiungere un bilancio positivo, considerando che in 15 anni di attività Tesla è stata sempre in rosso e l’ultimo trimestre si è chiuso con un passivo pari a 619,3 milioni di dollari. Alcuni analisti credono che gli ultimi annunci siano stati fatti per far salire il titolo del Gruppo in Borsa, ma i fedelissimi di Musk non hanno dubbi che quest’uomo possa raggiungere qualsiasi cosa voglia.