Quando Street View invade la privacy... dei ladri d'auto

Una foto scattata per Google Street View mostra un uomo vicino ad un caravan rubato, la polizia indaga per far luce sul furto

Dopo mille polemiche e accuse incrociate arrivate da più parti in Europa e non solo, per Street View, il servizio di mapping online di Google, è arrivata l'ora della rivincita, forse una piccola rivincita, ma sicuramente significativa.

Per meglio capire le ultime novità bisogna tornare indietro, precisamente nel giugno 2009, quando nella contea inglese del Derbyshire il camper da 12.000 sterline della famiglia Soanes viene rubato senza lasciare alcuna traccia. Almeno fino al giorno in cui Reuben, il figlio dei proprietari, non rivede casualmente il mezzo, immortalato nel giardino di un misterioso uomo a sua volta ripreso accanto a un fuoristrada scuro, mentre naviga su Street View.

La foto potrebbe adesso aiutare la polizia della contea nelle ricerche del camper, se non fosse che, proprio a causa delle proteste per la violazione della privacy, tutte le foto di Street View sono censurate automaticamente con la sfocatura di volti e numeri di targhe, esattamente come accaduto per l'immagine che ha immortalato il camper dei coniugi Soanes, dalla quale risultano indistinguibili sia la targa del fuoristrada che il volto dell'uomo accanto al veicolo.

"È stato molto frustrante sapere che il numero di targa non poteva essere ottenuto, perché avrebbe giocato un ruolo enorme" ha affermato Rebecca Soanes. Mentre Adrian Mason, il poliziotto al lavoro sul caso, ha dichiarato: "È incredibile avere un'immagine così chiara di un uomo che riteniamo in grado di darci informazioni utili all'inchiesta. È una coincidenza pazzesca che l'automobile di Google Street View passasse proprio in quel momento. Ho fatto approfondite ricerche da quando abbiamo scoperto l'immagine ma siccome la targa della 4x4 è stata cancellata non siamo stati in grado di rintracciare l'uomo. Per questo ci stiamo rivolgendo appellando alla gente".

Constatato il limite delle foto, l'unica speranza per i proprietari del camper è quella di un eventuale aiuto di qualche testimone che, riconoscendo il luogo e la persona immortalata di fianco al camper rubato, si faccia avanti per aiutare gli inquirenti a rintracciare l'uomo nella foto, il quale potrebbe a sua volta essere d'aiuto nella soluzione del caso.

Insomma, almeno per una volta Street View non sale alle cronache per delle polemiche relativa alla riservatezza dei soggetti ripresi per le strade, dimostrandosi invece nelle vesti inconsuete di "testimone", forse un po' particolare ma importante per consentire ai legittimi proprietari di ritornare in possesso del camper.

Se vuoi aggiornamenti su QUANDO STREET VIEW INVADE LA PRIVACY... DEI LADRI D'AUTO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 09 novembre 2010

Vedi anche

Giorgetto Giugiaro vince il premio Matita d

Giorgetto Giugiaro vince il premio Matita d'Oro 2016

Giorgetto Giugiaro ha vinto il Premio "Matita d'Oro 2016", il riconoscimento che da quest'anno andrà a premiare i migliori designer dell'auto.

Peugeot: una web serie con Stefano Accorsi

Peugeot: una web serie con Stefano Accorsi

Sei episodi per esprimere sei sensazioni diverse dove l’auto è protagonista.

Italdesign Automobili Speciali: dedicato alle auto più esclusive

Italdesign Automobili Speciali: dedicato alle auto più esclusive

Il nuovo brand di Moncalieri si occuperà della realizzazione di automobili super esclusive realizzate in poche unità per clienti-collezionisti.