Targhe francesi come quelle italiane: è caos

Le targhe automobilistiche francesi utilizzano criteri e colori di quelle italiane. E i doppioni stanno creando scompiglio a livello di sanzioni

Targhe francesi come quelle italiane: è caos

di Andrea Barbieri Carones

20 settembre 2010

Le targhe automobilistiche francesi utilizzano criteri e colori di quelle italiane. E i doppioni stanno creando scompiglio a livello di sanzioni

Il cambio del sistema di immatricolazione delle auto entrato in vigore in Francia nel 2009 ha probabilmente semplificato la gestione delle targhe transalpine. Ma ha creato dei doppioni con quelle in uso in Italia da vari anni, al punto che ad alcuni cittadini italiani sarebbero state recapitate contravvenzioni per infrazioni commesse da automobilisti francesi con targa uguale ad auto del Bel paese.

La cosa, intanto, è giunta in Parlamento europeo, grazie alla interrogazione di una deputata italiana che si è detta preoccupata del fatto che circolino mezzi con la stessa targa.

La nuova numerazione scelta dal governo francese, infatti, è stata copiata da quella italiana che è composta da 2 lettere, 3 cifre e 2 lettere di color nero in campo bianco, con un carattere molto simile a quello in uso da noi che può trarre in inganno l’occhio dei rappresentanti delle forze dell’ordine soprattutto in casi di multe per eccesso di velocità, dove la fotografia della targa non è così chiara da distinguere la sigla del paese di origine.[!BANNER]

La confusione è facile, dunque, e riguarda anche le forze dell’ordine francesi dato che, in un caso, due automobilisti sono stati arrestati perché le loro targhe corrispondevano a due auto rubate in Italia. Anche se è stato facile accertare la verità – e liberare i due malcapitati – il problema resta e va affrontato al più presto, preferibilmente in sede europea, come chiede la stessa parlamentare italiana che lo ha sollevato.

No votes yet.
Please wait...