Questa sì che è una Pontiac… fuoribordo

Una barca davvero particolare, quella che si è costruita Stevie montando una Pontiac cabrio su uno scafo con due fuoribordo da 400 CV

Questa sì che è una Pontiac... fuoribordo

di Andrea Tomelleri

10 agosto 2010

Una barca davvero particolare, quella che si è costruita Stevie montando una Pontiac cabrio su uno scafo con due fuoribordo da 400 CV

L’estroso Stevie Johnson era stanco delle tipiche barche aragostiere dello stato del Maine in cui vive e voleva un imbarcazione più sportiva e… confortevole. Così ha pensato di montare una elegante Pontiac Sunbird Convertible del 1994 su uno scafo appositamente modificato nonché di installare due potenti fuoribordo Yamaha da 200 CV.

La bizzarra barca ha saputo subito farsi notare e ben presto si è ritagliata un posto sui giornali locali ma anche su quotidiani importanti come il Wall Street Journal.

Per costruirla Stevie ha preso la carena di un cabinato di 26 piedi e ha installato un nuovo deck su cui ha fissato la vettura. Ha poi dovuto collegate i comandi della barca al volante e al quadro strumenti della sua Pontiac, così da consentirgli di pilotarla seduto sul sedile di guida. Ha poi aggiunto un roll bar a poppa e due mancorrenti sul cofano dell’auto.[!BANNER]

Con i suoi 400 CV la barca di Stevie vanta anche prestazioni di rilievo con una velocità massima di 45 miglia orarie, che l’uomo sfrutta nelle competizioni nautiche locali. Quando spesso gli viene chiesto “è una macchina o cosa…?”, Stevie risponde, con la tipica “r” aspirata del New England, è una “car-boat”. Se lo dice lui…