Emirati: sconto taxi per divorziate o vedove

Negli Emirati le donne divorziate o vedove (non straniere) potranno avere uno sconto del 25% in taxi con un buono del ministero degli Affari Sociali

Emirati: sconto taxi per divorziate o vedove

di Andrea Barbieri Carones

17 luglio 2010

Negli Emirati le donne divorziate o vedove (non straniere) potranno avere uno sconto del 25% in taxi con un buono del ministero degli Affari Sociali

Nel mondo arabo non è bene che le donne vadano in auto con uomini che non siano parenti o coniugi. Anche per questo motivo negli Emirati il ministero degli Affari sociali darà alle donne una card da esibire in taxi per ottenere uno sconto del 25%. Il privilegio, però, è limitato ad alcune categorie di persone del gentil sesso: le beneficiarie della card potranno essere solo donne divorziate o vedove, gli orfani o i familiari dei rifugiati.

Escluse dalla misura sono le donne sposate (del resto hanno un marito cui rivolgersi), le turiste e le donne straniere residenti, anche se vedove o divorziate.[!BANNER]

Le cooperative private di taxi potranno poi rivolgersi al ministero e ottenere i rimborsi dello sconto fatto al cliente. Sconti per le donne in taxi, in realtà, sono previsti in molte città occidentali prevalentemente di notte. A quanto risulta, però, non viene fatta distinzione tra nazionalità, religione o stato civile.