In vendita la Aston Martin DB5 di 007

Andrà all’asta per beneficenza l’Aston Martin utilizzata per la saga di James Bond. Gli accessori speciali sono ancora tutti funzionanti

In vendita la Aston Martin DB5 di 007

di Andrea Tomelleri

03 giugno 2010

Andrà all’asta per beneficenza l’Aston Martin utilizzata per la saga di James Bond. Gli accessori speciali sono ancora tutti funzionanti

Sarà messa all’asta ad ottobre la celebre Aston Martin di Sean Connery alias James Bond, ovvero l’agente 007 dei film “Missione Goldfinger” e “Operazione tuono”. Non si tratta di un modello o di una ricostruzione successiva ma proprio della vettura utilizzata per le riprese e dunque dotata dei tanti “accessori” che hanno fatto sognare diverse generazioni di fan.

Il facoltoso appassionato che si aggiudicherà la DB5 in questione (per non meno di 5 milioni di dollari) potrà dunque azionare ancora oggi tutti i gadget che si sono visti nelle pellicole: i rostri estraibili per mettere fuori gioco le ruote dei nemici, le targhe girevoli, lo spargi-olio, il dispositivo per la cortina fumogena e la paratia antiproiettile estraibile.

Discorso a parte per le mitragliatrici, che sono sempre state delle imitazioni (ma possono ancora facilmente dagli indicatori di direzione premendo l’apposito pulsante) ma soprattutto per il celebre sedile eiettabile: un dirigente della casa d’aste a questo proposito rivela che “non è mai stato in grado di catapultare nessuno fuori dal tetto. John Stears, il supervisore agli effetti speciali del film, dopo aver ottenuto dai tecnici della Aston Martin il via libera, fece aprire nel tettuccio un foro sopra il sedile. Poi decise di usare un dispositivo ad aria compressa, con cui sparò fuori un fantoccio in una sequenza di Goldfinger”.[!BANNER]

La vettura è attualmente di proprietà del milionario americano Jerry Lee, che l’aveva acquistata dalla Aston Martin stessa nel 1969 per 12.000 dollari. Lee ora ha deciso di venderla e destinare l’ingente ricavato alla sua Fondazione. “Anche se non mi accompagnerà più, continuerà a darmi grandi soddisfazioni facendo del bene tramite la Jerry Lee Foundation“.