Partorisci su Chevrolet? Pannolini gratis

Usa: Chevrolet si è impegnata a offrire i pannolini per un anno ai neonati partoriti su un’auto della Casa

Partorisci su Chevrolet? Pannolini gratis

Tutto su: Chevrolet

di Andrea Barbieri Carones

28 maggio 2010

Usa: Chevrolet si è impegnata a offrire i pannolini per un anno ai neonati partoriti su un’auto della Casa

La notizia vale per tutte le mamme in dolce attesa o per quelle che pensano di esserlo nei prossimi 9 mesi: General Motors ha reso noto che pagherà i pannolini per un anno a quella mamma dello stato americano del Minnesota che partorirà il suo bimbo a bordo di una Chevrolet.

La speranza è che le giovani coppie si “diano da fare”, acquistino una Chevrolet e ci salgano a bordo… appena si rompono le acque. Se poi nascono 2 gemelli, ancora meglio visto che come sanno tutti i giovani genitori, ciascun pargoletto andrebbe cambiato una decina di volte al giorno.

La casa di Detroit, in realtà, richiede che la partoriente sia al volante al momento della “consegna”. Più o meno come accadde nel 2005 alla signora Amanda McBride, che mentre guidava la sua Chevrolet Cobalt diede alla luce il suo primo erede, mentre il marito era seduto al suo fianco impossibilitato a guidare perché in preda di una delle sue numerose crisi epilettiche.

In quel caso, il parto fu rapido e indolore e permise alla mamma di guidare fino al più vicino ospedale dove fu accolta tra l’incredulità del personale medico e paramedico.[!BANNER]

“Durante la marcia – spiega quel giovane padre – mia moglie mi urla di tenere stretto il volante perché doveva partorire e doveva aiutarsi con le mani, anche per accendere il riscaldamento per non far prender freddo all’erede”.

Venuta al corrente della notizia, la Chevy si è fatta carico di fornire alla famiglia McBride 2 seggiolini per bambini, un passeggino, pannolini e altri oggetti fondamentali per accogliere un neonato.

“Sapevamo che la Cobalt era stata progettata per portare a destinazione sani e salvi i suoi occupanti” ha detto il direttore marketing della GM. “Ma non ci saremmo mai aspettati una cosa del genere”.

L’unico appunto è che sul manuale di istruzioni della macchina non c’era scritto come cambiare un pannolino. Ma questo si impara in fretta.