Una Mille Miglia... dal sapore unico

Seguendo tappa dopo tappa la Mille Miglia, ecco qualche suggerimento per soddisfare, oltre alla vista, anche il... gusto di questa corsa

Mille Miglia 2010: la freccia rossa è partita

Altre foto »

Mille Miglia-Mania... Che gusto questa corsa di auto dal fascino incredibile! Non solo. Di pari passo c'è pure il gusto della scoperta degli angoli più caratteristici dell'Italia centro-settentrionale, che permette anche di andare a caccia di potenziali templi del sapore e di scoprire ricette tipiche delle zone attraversate dalla "Freccia Rossa".

La tappa di oggi, che nella seconda parte della giornata si snoda dalle colline del Montefeltro a Roma, è l'occasione per rivisitare la tavola del "cuore" dell'Italia, anche durante i prossimi weekend.

Pausa pranzo a fianco delle regine della Mille Miglia

 

A Sant'Arcangelo di Romagna (Rimini), in attesa del transito delle vetture previsto in concomitanza con l'ora di pranzo, si può ingannare il tempo al ristorante La Violina (Vicolo Denzi, 4 - Tel. 0541-623558), con un invitante menu tutto di mare a prezzo fisso di 20 euro. Oppure all'Osteria La Sangiovesa (Via Saffi, 27 - tel. 0541-620710), famoso ristorante nel centro medioevale della cittadina (prezzo medio 40 euro).

A San Marino, una sosta per il pranzo può essere fatta al ristorante La Fratta (Via Salita della Rocca, 14 - tel. 0549-991594, nel centro storico, prezzo medio 40 euro).

Intanto, la carovana della Mille Miglia arriva a Urbino. La città, sede di una delle più antiche Università d'Europa, accoglie le prime vetture subito dopo le 13. In tempo per assaporare una pausa pranzo davvero unica, fra le specialità mangerecce locali e le auto impegnate nella "Corsa più bella del mondo". Il ristorante Le Tre Piante (via Voltaccia della Vecchia, 1 - tel. 0722-24863), ambiente intimo e piacevole, propone menu a base con pasta e focacce fatte in casa, a un prezzo di circa 30 euro. Oppure alla Taverna degli Artisti (Via Bramante, 52 - Tel. 0722-2676), vasta scelta di primi fatti "in casa", specialità locali, come il formaggio di Fossa, casciotta di Urbino, Strangozzi, tagliate di carne).

Appena passata Urbino, a una decina di km, si può attendere il passaggio della carovana ad Acqualagna, a pochissima distanza dalla Gola del Furlo, il primo dei famosi valichi interessati dalla Mille Miglia. L'Albergo ristorante Antico Furlo propone per 20 euro "Carne de capretto bonissima e perfettissima accomodata in diverse maniere", accompagnata da un calice di vino: si tratta de Il Piatto del Duca una iniziativa, proposta in queste settimane presso alcuni ristoranti della provincia di Pesaro e Urbino, che offre una scelta di ricette rinascimentali.

Pomeriggio: una bella merenda in Umbria

Si scende verso Roma, si attraversa l'Umbria. Il cuore verde d'Italia è anche la patria delle norcinerie, le tradizionali salumerie sorte a Norcia (da cui il nome) ed estese in gran parte del territorio. Una sosta per acquistare le specialità di questa arte culinaria (prosciutti, salsicce di cinghiale, formaggi e vini tipici, salumi, spalla) può essere effettuata a Foligno, presso la Norcineria Pizzoni Adelmo.

A Spoleto (dove le vetture arrivano dalle 16,05) si può effettuare una... pausa merenda presso una delle tante salumerie, utili per assaggiare le specialità gastronomiche. Ne segnaliamo alcune, a titolo di esempio: Pizzeria rosticceria di Cascini Loredana (Via Marconi, 371 - tel. 0743-224712), Le Delizie (via Marconi, 12 - tel. 0743-220903).

Per cena: appuntamento nella Città Eterna

L'attesa si fa spasmodica: le vetture della Mille Miglia fanno il loro ingresso a Roma, in vista della sosta notturna che, domani, condurrà gli equipaggi nell'ultima, lunga tappa verso il traguardo finale di Brescia.

Siccome l'ingresso allo Stadio Olimpico è previsto per le 20.15, seguito dal trasferimento a Castel Sant'Angelo dove si terrà un gala innaffiato dal pregiato Spumante Ferrari, l'orario è quello giusto per la cena. In Via dei Banchi Vecchi, una delle zone più caratteristiche della Capitale, si può optare per il Ristorante Il Pagliaccio, che propone una vasta scelta di menu tradizionali, italiani e internazionali. Il prezzo medio varia, da 105 a 115 euro per le varietà di menu degustazione a 150-180 euro per il menu à la carte.

In Via Giulia, il Ristorante I Sofà di Via Giulia offre una pregiata selezione dei migliori piatti della cucina romana rivisitata (dallo stracotto di vitello alla vaccinara alle crostatine di visciole con gelato al maritozzo, al Guanciale di Amatrice), italiana e internazionale, di carne o di pesce, a un prezzo medio di 120-130 euro per un menu "alla carta", oppure di 75-100 euro per uno dei menu degustazione.

Per una cena indimenticabile come la Mille Miglia, non si può non tener conto del celebre "Pergola-Cavalieri Hilton", uno dei monumenti della ristorazione romana. Elencare i percorsi gastronomici proposti richiederebbe troppo spazio: invitiamo a consultare il sito Web del ristorante.

Appena fuori dal congestionato traffico della Capitale, a Tor Vergata, una vasta scelta di carni nazionali ed estere alla brace e crostacei si segnala al ristorante Casal Lombardo, dove il titolare Fausto D'Eramo, buongustaio e apprezzato musicista, ogni sera intrattiene gli ospiti con una selezione di musica jazz-blues. Prezzo medio 55-60 euro.

Se vuoi aggiornamenti su UNA MILLE MIGLIA... DAL SAPORE UNICO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 07 maggio 2010

Vedi anche

Apple car, confermato il via libera al progetto

Apple car, confermato il via libera al progetto

Il Colosso di Cupertino avrebbe inviato un documento all’ NHTSA dove si evince la sua intenzione di realizzare un’auto a guida autonoma.

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Neve, ghiaccio, freddo e condizioni al limite caratterizzeranno Blizzard Mountain, il DLC per Forza Horizon 3 in arrivo a dicembre.

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

L’obiettivo dell’edizione 2017 del Calendario Pirelli è quella di rappresentare la bellezza naturale, senza alterazioni.