Donne e motori, un binomio tutto in crescita

In Cina il 20% delle Ferrari è intestato a donne. Mentre negli Usa, dietro all'85% dei contratti di acquisto di un'auto c'è il gentil sessso

Donne e motori, gioie e dolori. Anzi: solo gioie. Per i costruttori. Dalla Cina agli Stati Uniti, infatti, sono in aumento le clienti del gentil sesso che si recano dai concessionari a comprare un'automobile, di tutti modelli e di tutti i tipi: dalle supercar, ai Suv alle citycar. In Cina, addirittura, ben il 20% delle Ferrari vendute è intestata a una donna, forse come parte della dote matrimoniale che nel paese dell'estremo Oriente ha ancora una notevole importanza. Se si pensa che la media mondiale è appena del 5%, si capisce bene cosa stia accadendo all'ombra della Grande Muraglia.

Interessante il dato che viene dagli Stati Uniti: da gennaio a oggi, più della metà (il 52%) delle nuove auto è stato acquistato da una donna. A questo punto potrebbe cambiare sia la strategia di marketing delle Case costruttrici sia dei mariti: entrambi dovrebbero chiedersi il motivo di tali percentuali.

Una ricerca effettuata in America da General Motors mostra che le donne hanno un'influenza sempre maggiore nel processo di acquisto di un'auto, al punto che dietro all'85% dei contratti di vendita ci sarebbe una moglie, una mamma, un'amica, un'amante o una sorella. Insomma: una donna. Una cifra incredibilmente alta, nonostante sia ancora raro trovare una rappresentante del gentil sesso che sappia apprezzare il rombo di un motore o le prestazioni di un'auto. Piuttosto cercano un'elevata sicurezza, bassi consumi, una buona capacità di carico e facili ancoraggi per i seggiolini dei bambini. Ma allora come mai - dice sempre il sondaggio GM - le donne preferiscono una Suv, che non ha certo la parsimoniosità fra le sue doti? Misteri femminili.

Per quanto riguarda l'Italia, su 36,1 milioni di vetture, 21,6 milioni erano intestate a uomini, 11,7 a donne e il resto a società.

Se vuoi aggiornamenti su DONNE E MOTORI, UN BINOMIO TUTTO IN CRESCITA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 30 aprile 2010

Vedi anche

Citroen, partnership con le Coq Sportif per celebrare la Type H

Citroen, partnership con le Coq Sportif per celebrare la Type H

La Casa del Double Chevron in collaborazione con Le Coq Sportif ha restaurato uno splendida Citroen Type H per celebrare i 70 anni della vettura.

Citroen: è record per il catamarano del Double Chevron

Citroen: è record per il catamarano del Double Chevron

Vittorio Malingri e il figlio Nico a bordo del catamarano Feel Good, supportato da Citroen, hanno compiuto il record della traversata Dakar-Guadalupe.

Jaguar E-Type Reborn: il mito ritorna in serie ultralimitata

Jaguar E-Type Reborn: il mito ritorna in serie ultralimitata

Jaguar rilancia E-Type: presentata la prima delle 10 unità totalmente ricostruite da Jaguar Heritage.