Usa: il 60% di chi contesta una multa, vince

Secondo l’AAA, l’associazione automobilistica americana, il 60% di chi si rivolge al giudice per una contravvenzione vince la causa e non paga

Usa: il 60% di chi contesta una multa, vince

di Andrea Barbieri Carones

03 maggio 2010

Secondo l’AAA, l’associazione automobilistica americana, il 60% di chi si rivolge al giudice per una contravvenzione vince la causa e non paga

Tutto il mondo è paese. O quasi. La AAA, la associazione automobilistica americana paragonabile alla nostra Aci, ha reso noto alcuni dati relativi agli automobilisti che si rivolgono alle corti d’oltreoceano per contestare una multa. Si tratta, in sostanza, di ricorsi presentati da quelli che in Italia si chiamano giudici di pace. Ebbene: a quasi il 60% degli automobilisti che nel 2009 ritenevano di aver preso una contravvenzione ingiusta è stata data ragione e la multa è stata tolta.

Ancora meglio è andata a quegli automobilisti che contestavano la foto fatta per esser passati col semaforo rosso: addirittura l’80%. Ma in questo caso la percentuale “bulgara” va considerata alla luce del fatto che negli Usa è consentito – salvo indicazione diversa – la svolta a destra anche col semaforo rosso.[!BANNER]

Nonostante l’alto numero di “assoluzioni”, la AAA incassa soldi per più di 2,4 milioni di contravvenzioni. Il portavoce dell’associazione ha comunque sottolineato che queste percentuali non riguardano il totale delle multe comminate ma solo quelli che ricorrono davanti al giudice. E, se lo fanno, vuol dire che hanno già in partenza buona possibilità di successo.

No votes yet.
Please wait...