Ecco il configuratore per la Ferrari 599 GTO

La Ferrari dà la possibilità di sbizzarrirsi sulla 599 GTO per personalizzarla via internet a proprio piacimento

Ecco il configuratore per la Ferrari 599 GTO

Tutto su: Ferrari

di Andrea Barbieri Carones

09 aprile 2010

La Ferrari dà la possibilità di sbizzarrirsi sulla 599 GTO per personalizzarla via internet a proprio piacimento

La Ferrari 599 GTO non deve essere un lusso per pochi: la Casa di Maranello dà la possibilità a tutti gli appassionati del marchio modenese di personalizzare colori e interni, attraverso un sito internet dedicato. 

Anche se il rosso Ferrari è difficile da battere in quanto a tipicità, si può scegliere tra colori “normali“, metallizzati o anni ’50-’60, per sembrare di essere alla guida di un bolide da film di Hollywood. I più sportivi, poi, possono scegliere una livrea “da battaglia“, che però perde in eleganza e in raffinatezza ma acquista molto in personalità, che è poi quello che vogliono alcuni affezionati.

Vale però la pena di sottolineare, per i potenziali clienti, che non si sta abbinando una cravatta al proprio abito della festa, ma interni in pelle o in alcantara al colore della carrozzeria della marca di auto più famosa e prestigiosa al mondo. Già, gli interni: in base alla propria stazza, si può scegliere quale tipo di sedile acquistare e in quale configurazione (small, medium o large, come una camicia), di che colore e abbinato a quali tappetini.[!BANNER]

Ma non è solo l’estetica che si può scegliere via internet: se non piace l’hi-fi con sistema di navigazione, si può selezionare il sistema hi-fi con casse Bose o quello compatibile con l’immancabile iPod. Poi (non si sa mai) si potrebbe aver bisogno di un estintore. No problem: basta cliccare e ordinarlo, in modo da trovarlo al momento del ritiro. Idem per l’antifurto satellitare (quasi banale), il kit di disattivazione dell’air bag, il roll bar o il set di valige studiato espressamente per la 599 GTO.

In realtà, questo della configurazione potrebbe persino essere un gioco per chi tale auto non può permettersi ma ha sognato, almeno una volta nella vita, di salire a bordo del gioiello automobilistico italiano per eccellenza.