In caso di “frontale” gli obesi rischiano di più

Uno studio Usa ha mostrato che, in caso di incidente frontale, i passeggeri sovrappeso rischiano maggiori ferite rispetto a chi è meno in carne

In caso di "frontale" gli obesi rischiano di più

di Andrea Barbieri Carones

31 marzo 2010

Uno studio Usa ha mostrato che, in caso di incidente frontale, i passeggeri sovrappeso rischiano maggiori ferite rispetto a chi è meno in carne

Certe volte l’imbottitura può essere pericolosa in caso di incidente in auto. Nulla a che vedere con l’airbag, né con i materiali che compongono gli interni delle auto ma con le cosiddette “maniglie dell’amore“, che circondano i fianchi (e non solo quelli) delle persone sovrappeso, presenti soprattutto in nord America.

Dei ricercatori universitari che lavorano presso il college medico del Wisconsin, che studia gli effetti delle ferite sul corpo umano, hanno analizzato i dati relativi a 11.000 automobilisti coinvolti in incidenti stradali e li hanno confrontati con le immagini provenienti da simulazione al computer. La conclusione è stata che in caso di collisione frontale, le persone obese hanno maggiori probabilità di rimanere ferite nella parte superiore del corpo rispetto a persone di corporatura media.[!BANNER]

Motivi? La forma del corpo e la forza di accelerazione di chi pesa di più sono fattori essenziali. Ma i ricercatori hanno concordato sul fatto che occorrano studi più approfonditi per mettere in correlazione il rischio di danni seri con l’indice di massa corporea.

“I nostri studi – dicono i ricercatori – potrebbero avere importanti implicazioni per le persone obese, soprattutto per quanto riguarda le modalità di intervento da parte dei paramedici o le caratteristiche strutturali delle auto, che potrebbero venire progettate in maniera differente per proteggere le zone vulnerabili”.