Inghilterra: Google street view? No grazie

I cittadini di Broughton fermano l’auto che rprendeva immagini per la rete. Ma Google insiste e riesce nell’impresa, per la rabbia dei residenti

Inghilterra: Google street view? No grazie

di Andrea Barbieri Carones

14 marzo 2010

I cittadini di Broughton fermano l’auto che rprendeva immagini per la rete. Ma Google insiste e riesce nell’impresa, per la rabbia dei residenti

Di qui non si passa: gli abitanti di London Road, nel paesino di Broughton, in una contea a un centinaio di chilometri a nord ovest di Londra hanno bloccato le riprese dell’auto che stava facendo fotografie a 360 gradi della zona per conto di Google Street View.

Motivo: le immagini, se pubblicate in rete, avrebbero potuto agevolare topi di appartamento e ladri in genere, mostrando i dettagli delle proprie abitazioni. E non c’è stato verso di convincerli che il colosso americano stava riprendendo tutte le strade d’Inghilterra per renderle poi visibili agli utenti.

E così, gli internauti che ieri sera cercavano questa strada sulla mappa di Google si sono trovati la laconica scritta “Immagine non disponibile”. Ma la soddisfazione dei residenti si è presto tramutata in rabbia, quando scatti a 360 gradi della strada sono comunque apparse su Google la sera successiva, in seguito a una improvvisa sortita della vettura con macchina fotografica.[!BANNER]

“Credo che sia una non necessaria invasione della privacy” ha commentato un anziano costruttore inglese. “Il punto è che avrebbero dovuto chiedere il permesso ai residenti o almeno avvertirli che stavano comunque fotografando le loro case” ha aggiunto un giovane consigliere comunale.

Nonostante i cittadini si appellino al diritto alla riservatezza, il garante inglese per la privacy aveva già da tempo stabilito che il servizio fosse perfettamente legale e che la promessa di Google di non rendere riconoscibili targhe e volti era sufficiente.

Nel frattempo, la polizia della zona si è informata presso altre sezioni di colleghi dove il servizio è attivo da tempo e ha rassicurato gli abitanti dicendo che non è mai stato segnalato un aumento di furti in appartamento. Google, dal canto suo, ricorda a tutti che ogni immagine presa può essere rimossa previa richiesta.