Kitt Supercar, una riproduzione coi fiocchi

Decine gli esemplari che si rifanno al celebre telefilm. Tra i vari si distingue un lavoro a regola d'arte di un ingegnere toscano

Kitt Supercar made in Italy

Altre foto »

Molti tra gli attuali trentenni e quarantenni ricordano con nostalgia la saga del telefilm "Supercar", versione tradotta in italiano di "Knight Rider". Accanto alle gesta del protagonista Michael Knight, l'uomo senza identità chiamato a salvare i deboli e gli indifesi, tutti i ricordi si concentrano sulla speciale vettura guidata durante i quattro anni di riprese. Si tratta di una nera Pontiac Trans Am, dotata di un fascio luminoso "a scanner" sul cofano, e  una consolle da astronave che dà voce all'anima della vettura: il computer parlante Kitt.

Questa particolarità è rimasta nel cuore di una generazione di telespettatori, non a caso ai quattro lati del mondo sono cominciate a spuntare repliche più o meno fedeli. Il fenomeno non ha risparmiato nemmeno il Belpaese; per rendersene conto basta compiere una veloce ricerca sulla rete web: le interpretazioni, alcune davvero bizzarre, si contano come formiche. Restringendo il campo agli esemplari che cercano di avvicinarsi il più possibile all'originale, si segnala l'opera di Marco Valleggi, un'ingegnere informatico di Pisa.

"E' stato un lavoro titanico che non rifarei, ma ho realizzato un sogno". Con queste parole si apre il sito internet dedicato dal giovane alla propria creatura. Leggendo tra le pagine del "libro virtuale", sono descritti tutti i passaggi dell'opera, avviata nel febbraio 2007 e completata dopo quasi un anno e mezzo, nel maggio 2008. Tutto è cominciato con l'acquisto negli Stati Uniti della vettura usata come base di riferimento nel telefilm: una Pontiac Firebird Trans Am modello 1982, dotata di motore V8 da 5 litri, cambio automatico a 3 rapporti e tetto apribile. Importante la scelta dell'allestimento, denominato PMD, e completo dei sedili usati per Kitt, gli interni color marroncino chiaro e i cerchi in lega di alluminio con coperchio "a palla da bowling".

Alcuni di questi particolari, come il colore della carrozzeria e dei rivestimenti interni, piuttosto che i coprituota laccati, mancavano. Ma con un semplice lavoro di riveniciatura e sostituzione dei tessuti, tutto si è risolto. Da qui Valleggi ha provveduto a dotare la vettura dello specifico paraurti frontale, per poi posizionare la celebre onda rossa intermittente al centro del cofano. Per recuperare gli accorgimenti è bastato rivolgersi presso alcune imprese specializzate, come Knight Passions, Knight Rider World, Jupiter ElectronicsLectric Enterprises. Si tratta di fornitori americani, come Rob Louisell, l'unico che propone la vettura in pronta consegna al costo di 60 mila dollari, cui vanno aggiunte le spese di dogana e spedizione.

Per la cifra di 6 mila dollari si può acquistare il pacchetto degli interni. Valleggi ha preferito la strada del "fai da te", acquistando e mettendo insieme con pazienza  la componentistica elettronica e i vari elementi della plancia: il cruscotto (dash), lo switchpod a 3 led, il caratteristico volante a cloche, le consolle bassa e alta, i monitor da 5 pollici in formato 4/3. C'è anche il voice box, impostato sulla versione doppiata in italiano, la medesima trasmessa in televisione.

Ed ecco che Kitt è pronta a rispondere ai comandi, anche attraverso un semplice iPod. All'amico virtuale si può chiedere di aprire le portiere, sollevare i finestrini, accendere le luci e gli schermi... e perchè no, scambiare quattro chiacchiere sulla salute e le condizioni meteo.

Se vuoi aggiornamenti su KITT SUPERCAR, UNA RIPRODUZIONE COI FIOCCHI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Vedi anche

Apple car, confermato il via libera al progetto

Apple car, confermato il via libera al progetto

Il Colosso di Cupertino avrebbe inviato un documento all’ NHTSA dove si evince la sua intenzione di realizzare un’auto a guida autonoma.

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Forza Horizon 3: il DLC Blizzard Mountain arriva a dicembre

Neve, ghiaccio, freddo e condizioni al limite caratterizzeranno Blizzard Mountain, il DLC per Forza Horizon 3 in arrivo a dicembre.

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

Calendario Pirelli 2017, la bellezza nella sua forma naturale

L’obiettivo dell’edizione 2017 del Calendario Pirelli è quella di rappresentare la bellezza naturale, senza alterazioni.