Fiat 500, festa di compleanno a Capri insieme a Riva

Per celebrare il 59esimo compleanno della celebre citycar italiana, la Casa del Lingotto ha portato a Capri la nuova Fiat 500 Riva.

Fiat 500, festa di compleanno a Capri insieme a Riva

Tutto su: FIAT 500

di Francesco Donnici

05 luglio 2016

Per celebrare il 59esimo compleanno della celebre citycar italiana, la Casa del Lingotto ha portato a Capri la nuova Fiat 500 Riva.

ll 4 luglio, nella splendida ed esclusiva cornice dell’isola di Capri, la Fiat 500 ha festeggiato il suo 59esimo compleanno con una singolare iniziativa. La storia di successi della citycar della Casa del Lingotto trae origine nell’ormai lontano 4 luglio del 1957, data in cui venne presentata in anteprima al Salone dell’Auto di Torino.

La prima generazione è stata venduta inoltre 4 milioni di esemplari, mentre nel 2007, cinquanta anni dopo la sua nascita è arrivata la nuova 500, capace di diventare in poco tempo un vero e proprio successo commerciale distribuito in oltre 100 paesi sparsi in tutto il globo, registrando un totale di due milioni di immatricolazioni. Nel 2015 è arrivato il restyling della seconda generazione capace di non stravolgere l’essenza della vettura e di esaltare la filosofia stilistica della vettura.

 Per celebrare degnamente questo anniversario, la Casa del Lingotto a portato a Capri la nuove ed esclusiva Fiat 500 Riva, che ha “invaso” i luoghi simbolo dell’isola campana. Questa speciale versione nasce grazie alla collaborazione siglata con Riva, storica azienda specializzata in imbarcazioni di lusso. La 500 Riva sfoggia la livrea “Blu Sera“, creata ad hoc per questa versione, mentre all’interno dell’abitacolo spiccano i pregiati inserti in vero mogano con intarsi in acero, realizzati con un processo unico e innovativo capace di riprendere le stesse essenze impiegate nella realizzazione degli yacht Riva.

L’arrivo della 500 a Capri rispolvera la mitica atmosfera che si respirava sull’isola negli anni ’60, fatta di glamour ed eleganza, divenute simbolo nel mondo dell’Italia di quegli anni.