Porsche 911 GT1: all’asta per 2,77 milioni di euro

Si tratta di un esemplare da corsa convertito per l’uso stradale.

Porsche 911 GT1: all’asta per 2,77 milioni di euro

di Valerio Verdone

17 maggio 2016

Si tratta di un esemplare da corsa convertito per l’uso stradale.

Tra le Porsche 911, la GT1 è sicuramente un modello ricercatissimo, per via di quella mise da corsa, dovuta proprio alla sua destinazione, le competizioni. Ha vinto infatti la prestigiosa 24 Ore di Le Mans alimentando ulteriormente il mito Porsche.

Ora una di queste vetture spettacolari è stata battuta all’asta da Sotheby per l’equivalente di 2,77 milioni di euro. Ma non è un’auto stradale a tutti gli effetti, in quanto si tratta di un esemplare, nato per le competizioni, che ha corso e, solamente in seguito, è stato reso idoneo alla circolazione sulle strade aperte.

Quindi, una one-off a tutti gli effetti, che la rende ancora più particolare delle già ricercatissime sorelle create per essere targate. Questa caratteristica l’ha resa la seconda auto più costosa ad essere battuta all’asta, dietro ad una Ferrari 340 America che è stata venduta per 7,28 milioni di euro.

Forte di 544 CV, la 911 GT1 nella variante stradale era capace già nel 1996 di accelerare da 0 a 100 km/h in appena 3,5 secondi e di raggiungere i 310 km/h autolimitati. Ovviamente, la sua [glossario:aerodinamica] estrema la rendeva un’auto unica, e profondamente diversa dalla vettura, icona della Casa di Zuffenhausen, che conosciamo.

Oltre, alla McLaren F1, che all’epoca era già sulla breccia da 4 anni, la sua rivale, anche in pista, era la Mercedes CLK GTR, altro veicolo speciale pensato per le corse e poi diventato un’auto guidata da pochi, fortunatissimi, nababbi.

Con la 911 GT1 la Porsche vinse la 24 Ore di Le Mans nella sua categoria, al debutto, e divenne prima assoluta nella grande classica di durata del 1998 con la sua versione Evo, grazie alla sua grande affidabilità durante tutta la competizione, chiudendo la corsa con due esemplari nelle prime due posizioni.