Parco Scuola Traffico: la sicurezza si impara giocando

Da oltre 50 anni il Parco Scuola Traffico di Roma insegna ai bambini la passione per la guida divertendoli ed educandoli alla sicurezza.

Parco Scuola Traffico di Roma

Altre foto »

Educare divertendo e divertire educando. Si può riassumere così l'idea che 52 anni fa ispirò il gruppo di amici che costituì la SICES (Società Corsi Educazione Stradale) dando vita al Parco Scuola Traffico dell'EUR, a Roma. 

L'obiettivo fu chiaro fin dall'inizio e consisteva, allora come oggi, nell'avvicinare i bambini al mondo dell'automobile in maniera costruttiva, consentendo loro non solo di praticare la guida in sicurezza a bordo di modellini realizzati su misura e dotati di motore a scoppio, ma anche di apprendere le norme basilari che regolano la circolazione sulle strade di tutti i giorni. 

Il Parco Scuola Traffico è una struttura unica in Italia, che mette a disposizione dei piccoli dai 3 ai 16 anni uno schema stradale realizzato in scala 1:2. L'impianto ha una superficie di 5.000 metri quadrati e offre una replica fedele di tutte le situazioni che possono verificarsi nella guida reale, come semafori, segnali di stop, divieti d'accesso, strade a senso unico e a doppio senso, rotatorie e molto altro. 

I piccoli automobilisti in erba si cimentano con il Codice della Strada a bordo di automobiline dotate di motore termico o elettrico. Le piccole vetture vengono guidate in un ambiente stimolante, diventando uno strumento utile per imparare a muoversi in maniera responsabile e a rispettare gli altri utenti della strada. 

La sicurezza è al centro dell'attività del Parco Scuola Traffico, tanto che la struttura ha attirato l'interesse di TotalErg. La compagnia petrolifera, da sempre attenta alla sicurezza stradale, ha deciso infatti di sponsorizzare la struttura capitolina portando il proprio logo sulle automobiline e installando, all'interno dell'area educativa,  una stazione di rifornimento in scala che replica una vera stazione di servizio

Grazie all'esperienza e alla forte integrazione con il territorio dovuta ai suoi 2.700 punti vendita in Italia, TotalErg sa che formare fin da giovanissimi le nuove generazioni di guidatori è un aspetto fondamentale per diffondere la "cultura della sicurezza".  

I comportamenti che i bambini apprendono al volante delle loro macchinine si traducono in un patrimonio di conoscenze che potrà essere messo a frutto quando, una volta adulti, si troveranno ad affrontare quelle stesse situazioni al volante di veicoli reali. 

TotalErg si conferma così in prima linea nel perseguire il continuo miglioramento della mobilità e renderla più sicura, efficiente e piacevole, per cui la collaborazione con il Parco Scuola Traffico appare come un passo logico e assolutamente coerente con questo obiettivo. 

L'offerta formativa proposta dalla struttura è suddivisa in varie tipologie studiate in rapporto all'età dei vari partecipanti. Ogni attività si svolge con la presenza di appositi istruttori e l'esercitazione pratica è senza dubbio la parte più divertente, ma non manca una parte teorica finalizzata all'apprendimento della segnaletica stradale.

Le esercitazioni si svolgono in un'aula attrezzata anche per la proiezione di alcuni filmati di educazione stradale, mentre un'officina meccanica consente la riparazione delle minivetture a disposizione dei bambini avvicinandoli così agli aspetti più tecnici dei veicoli a motore.

Se vuoi aggiornamenti su PARCO SCUOLA TRAFFICO: LA SICUREZZA SI IMPARA GIOCANDO inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 09 febbraio 2016

Vedi anche

Pebble Beach 2016: all’asta la Ferrari 166 Touring-Zagato

Pebble Beach 2016: all’asta la Ferrari 166 Touring-Zagato

Un pezzo di storia dell’automobilismo verrà messo all’asta questo agosto a Pebble Beach.

La Bmw 507 di Elvis Presley a Pebble Beach 2016

La Bmw 507 di Elvis Presley a Pebble Beach 2016

La Bmw 507 appartenuta a Elvis Presley è stata restaurata e sarà esposta a Pebble Beach, in California.

Vacanze: l

Quale auto per le vacanze?

Ecco la classifica delle auto più adatte alle diverse destinazioni.