Fiat: auto della concorrenza impacchettate a Mirafiori

L’iniziativa è una campagna di “parking marketing” per invogliare i dipendenti ad acquistare auto del Gruppo.

Fiat: auto della concorrenza impacchettate a Mirafiori

Tutto su: FIAT

di Valerio Verdone

09 aprile 2014

L’iniziativa è una campagna di “parking marketing” per invogliare i dipendenti ad acquistare auto del Gruppo.

La Fiat protesta con i dipendenti che al momento di acquistare un’auto si rivolgono altrove. Certo, c’è da capire che al Lingotto non siano felici se chi lavora nelle loro aziende si rivolge alla concorrenza per comprare una vettura. Così ecco una nuova iniziativa che farà discutere: “il parking marketing”.

Si tratta di impacchettare le auto dei dipendenti che fanno capo ad altri marchi con della plastica trasparente su cui è impresso un grande cuore spezzato ed una frase decisamente evocativa: “vederti con un’altra ci ha spezzato il cuore… Ma nonostante ciò continuiamo a pensare a te”.  

A corollario di tutta questa messa in scena che si è svolta a Mirafiori, e che presto potrà essere replicata in altri stabilimenti, due attori invitano i dipendenti “colpevoli” a tornare ad acquistare in casa con uno sconto del 26%.

Insomma, una scelta discutibile, quella di Fiat, che per qualcuno potrebbe essere una violazione della privacy, e per altri un’idea simpatica per riconquistare la fiducia di alcuni dipendenti. Di sicuro, un’iniziativa molto più gradevole di quella vista qualche anno fa che obbligava i dipendenti con auto straniera a parcheggiare al di fuori delle aree di sosta dell’azienda.