Volkswagen celebra i 40 anni della Golf

La Casa teutonica festeggia 40 anni di onorata carriera della Golf, da sempre punto di riferimento nell’affollato segmento “C”.

Volkswagen celebra i 40 anni della Golf

di Francesco Donnici

29 marzo 2014

La Casa teutonica festeggia 40 anni di onorata carriera della Golf, da sempre punto di riferimento nell’affollato segmento “C”.

Volkswagen festeggia i 40 anni della celebre Golf, modello simbolo della Casa teutonica, prodotto negli anni in ben 7 serie e diventato ben presto il punto di riferimento tra le vetture di segmento “C”.  Fino ad oggi, in tutto il mondo ne sono stati distribuiti oltre 30 milioni di esemplari, numeri che hanno reso la Golf la vettura più amata in Europa, arrivando anche al quinto posto mondiale delle automobili più vendute del 2012.

Un pò di storia

La storia della Volkswagen Golf è legata a doppio filo a due importanti designer italiani, ovvero Giorgetto Giugiaro, creatore della prima serie e Walter De Silva, responsabile del design delle ultime tre serie. Era il lontano 1974, quando debutto la prima serie della Golf, disegnata proprio da Giugiaro con il compito di sostituire l’intramontabile Maggiolino. La nascita di questa nuova vettura portò una vera e propria rivoluzione se si considera che per decenni fu mantenuta la filosofia costruttiva della trazione e del propulsore posizionati posteriormente, che con l’avvento della Golf venne accantonata in favore del motore anteriore trasversale e della trazione anteriore. Nel 1976 arrivò la svolta dal carattere “sportivo” della Golf GTI, seguita a ruota dal debutto della prima versione diesel avvenuto nel 1976 e della variante GTD del 1982, mentre nel 1979 la Golf fu declinata in versione cabriolet, diventando la vettura scoperta più apprezzata in quegli anni.

Nel 1983, arrivò la seconda generazione della Golf, più grande e confortevole, che nel corso degli anni portò delle grosse novità tecnologiche come l’introduzione del catalizzatore (1984), del sistema di ABS (1986) e della trazione integrale Syncro (1986). Con la terza generazione della Golf, datata 1991, vennero introdotti gli airbag frontali, debutto il primo sei cilindri e il primo diesel a iniezione diretta. Con la Golf IV, la media teutonica raggiunse la piena maturità sia nello stile che nelle dotazioni tecniche, come dimostra l’introduzione nel 1998 dell’importantissimo controllo della trazione ESC. Nel 2002, la Golf V portò in dote un nuovo telaio in grado di offrire una rigidità torsionale aumentata del 35%, mentre dal punto di vista meccanica ricordiamo il debutto del cambio doppia frizione [glossario:dsg] dotato di ben 7 rapporti. La sesta generazione della Golf, presentata nel 2008, riuscì a sbagliare tutti i precedenti record di vendita nella storia della vettura, raggiungendo in soli due anni circa 2,85 milioni di unità vendute.

La Volkswagen più venduta di sempre

Il 4 settembre 2012 la Volkswagen ha presentato in anteprima mondiale la Golf VII, una vettura completa e moderna, ma nello stesso tempo ricca di un’importante tradizione che ormai viene tramandata da 40 anni. Grazie anche a questo modello, nel 2013 sono state raggiunte i 30 milioni di esemplari di Golf venduti in tutto il mondo, numeri che hanno reso questa vettura la Volkswagen più apprezzata di sempre.