Porsche 901: l’esemplare numero 57 sarà restaurato

Ritrovata quasi per caso, una più unica che rara Porsche 901 (pre-serie che dettero origine alla 911) sarà restaurata e portata al Museo Porsche.

Porsche 901: l'esemplare numero 57 sarà restaurato

di Francesco Giorgi

19 agosto 2015

Ritrovata quasi per caso, una più unica che rara Porsche 901 (pre-serie che dettero origine alla 911) sarà restaurata e portata al Museo Porsche.

Se soltanto l’avessero “recuperata” due anni fa, sarebbe stato un bel colpo per Porsche: i primi cinquant’anni di 911 (il modello – simbolo per Zuffenhausen) e, insieme, il ritrovamento di uno degli esemplari pre – serie. Non è andata così, tuttavia il risultato non cambia: la storia di Porsche è legata a filo doppio con le serie di 911 che si sono susseguite nei decenni, e che traggono origine dalla 901 deliberata nel 1963.

Una di queste Porsche 901, trovata per caso dai producer di un programma Tv tedesco all’interno di un magazzino in compagnia di una delle prime 911, è stata recentemente riportata alla luce, e attende di essere restaurata. All’inizio, per tutti sembrava che entrambe le vetture fossero 911; un più attento esame, e una specifica richiesta avanzata a Porsche dagli autori del programma Tv, ha poi rivelato che non di una 911 si tratta, ma di una ben più rara 901. Per essere più precisi, dell’esemplare numero 57 (numero di telaio 300057). Insomma: una “Cavallina” più unica che rara, e che la stessa Porsche non si è lasciata scappare: l’ha infatti acquistata (per ben 107.000 euro) dall’anziano proprietario che a Zuffenhausen si era indirizzato per avere dei ricambi utili al restauro di entrambe le vetture.

L'”operazione – rinascita” della Porsche 901 “numero 57” è stata affidata a Porsche Classic, il servizio di Zuffenhausen che si occupa del restauro dei modelli d’epoca (ricordiamo che, attualmente, il 70% delle Porsche prodotte risulta in circolazione, e per questo Zuffenhausen ha da tempo istituito un servizio di produzione e vendita ricambi per tutti i propri modelli, anche quelli più storici e rari). Il capitolato degli interventi, per riportare alle condizioni di origine la Porsche 901, non è certo alla portata di molte tasche: dati alla mano, sono stati stimati due anni e mezzo di lavori, e un investimento pari a 250.000 euro (sommati alla cifra spesa per l’acquisto, il totale fa quasi 360.000 euro). Tanto? Va considerato che molti componenti della vettura andranno sostituiti, e alcuni dovranno essere ricostruiti del tutto: le attuali condizioni della 901, purtroppo, non sono delle migliori; anzi: quando è stata recuperata, si trovava quasi in stato di relitto. Ecco spiegato il motivo di un così lungo lasso di tempo per il restauro e della cifra che Porsche ha deciso di investire.

Una volta ricostruita e rimessa a nuovo – attualmente, la 901 si trova in fase di riverniciatura – la Porsche 901 (equipaggiata con il 2 litri a quattro cilindri [glossario:boxer] da 130 CV e 174 Nm di potenza, che le permetteva una velocità massima di 210 km/h e 9,1 secondi per passare da 0 a 100 km/h) sarà portata in esposizione al Museo Porsche.