Alfa Romeo 4C: al Nurburgring in 8’04”

Un tempo di tutto rispetto per la sportiva del Biscione sull’Inferno Verde.

Alfa Romeo 4C: al Nurburgring in 8'04''

Tutto su: Alfa Romeo 4C

di Valerio Verdone

18 ottobre 2013

Un tempo di tutto rispetto per la sportiva del Biscione sull’Inferno Verde.

L’Alfa Romeo 4C è piaciuta a tutti, con la sua linea compatta e sportiva, il motore centrale, il peso ridotto e quell’impostazione racing, ha conquistato estimatori in ogni parte del mondo e si appresta a fare proseliti nel mercato americano. Ma dopo il tempo delle presentazioni è arrivato il momento di fare sul serio, con una prova decisamente impegnativa, quella del vecchio Nurburgring.

Con il pilota e giornalista Horst von Saurma al volante, ha percorso l’inferno verde, teatro del pauroso incidente accorso a Niki Lauda, in 8’04”. Si tratta di un tempo di tutto rispetto per una sportiva con meno di 250 CV, un vero riferimento cronometrico per la categoria.

Certo, non è stato facile, ci voleva un profondo conoscitore della pista tedesca per ottenere un risultato del genere, ma la 4C, con il suo 4 cilindri turbo da 240 CV, un rapporto peso/potenza inferiore ai 4kg/CV, e una distribuzione dei pesi ottimale con il 60% della massa che grava sul retrotreno, ha aiutato decisamente il pilota a compiere l’impresa.

D’altra parte questa piccola supercar, nonostante la potenza non esagerata, ottiene prestazioni cronometriche di tutto rispetto come l’accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi e una velocità massima di 258 km/h. Inoltre, tra le curve del “Ring” il [glossario:cambio-a-doppia-frizione] a secco Alfa TCT, ha aiutato non poco il pilota a percorrere le curve senza dover staccare le mani dal volante.