Fiat celebra le festa della donna: ma è polemica

Un annuncio su Facebook vede Fiat offrire i sensori di parcheggio inclusi nel prezzo solo per oggi, festa della donna. Sul Web divampa la polemica.

Fiat 500L al Salone di Ginevra 2013

Altre foto »

Nasce sul Web e sul Web si consuma una piccola polemica che vede protagonisti gli internauti, la Fiat, le donne e la festa dell'8 marzo ad esse dedicata. 

Per sottolineare degnamente la ricorrenza, il costruttore del Lingotto ha scelto Facebook al fine di promuovere una particolare offerta che prevede i sensori di parcheggio inclusi nel prezzo, ovviamente a patto che l'acquisto venga fatto oggi, festa della donna

Il messaggio pubblicato da Fiat su Facebook recita eloquentemente: "Fiat festeggia le donne: solo per oggi sensori di parcheggio inclusi nel prezzo!". Un'iniziativa commerciale mirata, pensata apposta per cogliere la palla al balzo offerta dalla data odierna e celebrare, in qualche modo, la donna. Eppure, buone intenzioni a parte, sembra esserci chi non l'ha presa tanto bene. 

Il pubblico del social network ha reagito in maniera veemente e già dopo poco tempo dalla pubblicazione del messaggio il profilo ufficiale di Fiat si è riempito di oltre mille commenti, buona parte dei quali contenente delle proteste verso il gruppo torinese per aver accostato i sensori di parcheggio alla donna nel giorno della sua festa: un abbinamento (volontario o meno, non è dato sapersi) che per alcuni si presta a sostenere il vecchio luogo comune che vede le guidatrici un po' meno versatili nel parcheggiare e, più in generale, nel compiere manovre negli spazi stretti. 

Alcuni utenti hanno preso l'accostamento sul ridere, mentre altri hanno lamentato il fatto che sfruttare gli stereotipi è sbagliato, anche se viene fatto al fine di attirare l'attenzione e  per meri scopi commerciali.

>> Guarda le immagini della Fiat 500L al Salone di Ginevra

Ma come ha risposto Fiat alle accuse mosse dagli internauti? Al momento, l'unica posizione ufficiale sembra essere quella presa dall'amministratore della pagina del gruppo su Facebook, il quale ha spiegato che si trattava solamente di un'offerta promozionale e che Fiat non pensa "che le donne non sappiano parcheggiare senza i sensori. Fiat ha scelto come omaggio un accessorio che è una comodità per tutti, sia uomini che donne. Ha a che fare con la comodità e non con la bravura del guidatore". 

Vicenda apparentemente chiusa quindi, anche se nei meandri dei social network si continueranno a versare fiumi di bit ancora per qualche giorno, dando ragione a quanti affermano che, in positivo o in negativo, di un prodotto la cosa più importante è che se ne parli: un obiettivo, almeno questo, che in casa Fiat sembra essere stato completamente centrato.

Se vuoi aggiornamenti su FIAT inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 08 marzo 2013

Altro su FIAT

Fiat Panda Natural Power, 80mila km percorsi con biogas fognario
Ecologiche

Fiat Panda Natural Power, 80mila km percorsi con biogas fognario

Una Fiat Panda Natural Power è pronta a effettuare un lungo test che prevede di coprire 80mila km alimentata con biometano prodotto da acque fognarie.

Fiat 500, la citycar celebra a Ginevra i suoi 60 anni
Ultimi arrivi

Fiat 500, la citycar celebra a Ginevra i suoi 60 anni

La Casa del Lingotto celebra i sessant’anni della fiat 500 con numerose iniziative e una serie speciale protagonista a Ginevra.

Marchionne: produzione Fiat Panda via da Pomigliano
Curiosità

Marchionne: produzione Fiat Panda via da Pomigliano

La Fiat Panda sarà assemblata in Polonia per destinare l’impianto di Pomigliano alla produzione di modelli più complessi.