Ferrari: 1,5 milioni di dollari per i danni dell’uragano Sandy

La prima Ferrari F12 consegnata negli Usa è venduta a un’asta di beneficenza per 1.125 milioni di dollari; tante anche le donazioni dei clienti.

Ferrari: 1,5 milioni di dollari per i danni dell'uragano Sandy

di Eleonora D'Uffizi

19 novembre 2012

La prima Ferrari F12 consegnata negli Usa è venduta a un’asta di beneficenza per 1.125 milioni di dollari; tante anche le donazioni dei clienti.

Quando le grandi catastrofi minano la vita di migliaia di persone, il mondo dell’auto si mette in moto per le raccolte di fondi che aiutino a ricostruire le attività e a ritrovare il sorriso tra le popolazioni colpite. È successo con la tragedia italiana del terremoto in Abruzzo, con il disastro dello tsunami in Giappone, e ora che, per contrastare i danni provocati dall’uragano Sandy negli Usa, la Ferrari è riuscita a raccogliere più di un milione di dollari.

La cifra è stata raggiunta grazie a un’asta: «La prima F12Berlinetta che sarà consegnata negli Stati Uniti», spiega Maranello in una nota, «è stata infatti aggiudicata per 1.125 milioni di dollari nel corso di un’asta di beneficenza (partita da 315.888 dollari n.d.r.) tenuta ad Austin, durante il week end del Gran Premio degli Usa.

Nelle due settimane precedenti la Casa di Maranello aveva già ricevuto donazioni in beni di prima necessità per 345 mila dollari grazie alla generosità dei dealer e dei clienti. A questi si sono sommati altri 50mila dollari attraverso una raccolta online in contemporanea all’asta, per un totale superiore a 1,5 milioni di dollari». Il sito per la donazione dei fondi online in questione è realizzato in collaborazione con la Croce Rossa americana ed è ancora attivo per chi volesse partecipare con qualsiasi somma.