Lancia Stratos 2011: la Ferrari blocca la produzione

La Lancia Stratos 2011 potrebbe rimanere un esemplare unico perché la Ferrari che si oppone alla produzione in piccola serie.

Lancia Stratos 2011: la Ferrari blocca la produzione

Tutto su: Lancia

di Giuseppe Cutrone

13 luglio 2011

La Lancia Stratos 2011 potrebbe rimanere un esemplare unico perché la Ferrari che si oppone alla produzione in piccola serie.

Gli appassionati l’attendono trepidanti, ma la nuova Lancia Stratos 2011, realizzata per volontà del collezionista tedesco Michael Stoscheck, potrebbe ritardare o addirittura non arrivare mai alla produzione, nemmeno in versione limitatissima come era stato preventivato.

Il motivo potrebbe essere legato alla Ferrari, che secondo alcune indiscrezioni rivelate dal sito ufficiale del progetto Stratos – ma non ancora confermate – sembra opporsi al progetto di una serie limitata, nonostante lo stesso presidente Montezemolo si fosse detto entusiasta della vettura ai tempi della sua prova in pista (con tanto di autografo sul telaio).

La casa del Cavallino, infatti, avrebbe dato il suo assenso all’utilizzo della F430 Scuderia e favorito la partecipazione dei propri partner al progetto esclusivamente per la realizzazione dell’esemplare unico presentato da Stoschek, senza l’intenzione di allargare la collaborazione per un volume produttivo più consistente.

La nuova Lancia Stratos 2011 si sta quindi scontrando con l’ostracismo di Ferrari che coinvolge anche i partner più stretti come Pininfarina, che sembrano impossibilitati ad offrire la fornitura delle componenti necessarie all’assemblaggio dei 40 esemplari previsti dal progetto che dovrebbe riportare sulle strade la mitica sportiva del marchio fondato da Vincenzo Lancia.

Stoschek ha dichiarato che sarà quindi necessario guardare ad altri fornitori, ovviamente non legati alla Ferrari, ma i dubbi sulla riuscita dell’operazione rimangono, anche se questo inatteso colpo di scena potrebbe solamente portare ad un ritardo nell’arrivo della nuova Stratos e non ad un suo definitivo abbandono.

Update: la Ferrari chiarisce la sua posizione.