Buick Business Concept: un MPV ibrido per la Cina

Presentato al Salone di Shangai, rappresenta lo studio per un monovolume ibrido da introdurre sul mercato business cinese

Buick Business Concept

Altre foto »

Una vettura completamente nuova, un rilancio per il marchio Buick, che ultimamente non è più all'altezza del suo prestigio per le vicende di mercato che stanno interessando la General Motors e per il quale si vocifera anche di una possibile cessione.

Potrebbe essere questo il veicolo del riscatto per il prestigioso marchio USA? Al Salone di Shangai,  il Pan Asia Technical Automotive Center, ramo cinese del Gruppo GM, ha presentato la Buick Business Hybrid Concept, studio per un veicolo di categoria MPV con propulsione ibrida a batterie a ioni di Litio abbinate a un motore 2.4 l con cambio a 6 marce.

Il gruppo propulsore GM Hybrid System è stato progettato sulla base della tecnologia presente nella americana Buick LaCrosse Eco-Hybrid, nella quale una batteria al litio conferisce all'unità elettrica maggiore potenza ed economia di esercizio (secondo i tecnici del Pan Asia Technical Automotive Center il guadagno è nell'ordine del 20%, a seconda del tipo di motore e del veicolo sul quale viene montato questo sistema). L'autonomia indicata per il Buick Business Concept è di oltre 700 km.

Le forme esterne rimandano a quelle di un van dalle dimensioni generose, nel quale si avvertono influenze USA: 5,28 m di lunghezza e ben 3,20 m di passo, uniti alla doppia caratteristica linea di cintura che percorre tutta la vettura fino ad inglobare i fanalini posteriori (rivisitazione di un fregio grafico tipico per la Buick) donano a questo concept un carattere "americano" Il tocco cinese si avverte nell'impiego dei cristalli Liuli alla fanaleria anteriore a Led (Liuli è il nome dato a una scultura cinese del vetro che accomuna influenze tradizionali e moderne, e negli ultimi anni è diventata un simbolo della prosperità economica della Cina).

All'interno, il Buick Business Concept è stato realizzato per offrire agli occupanti un abitacolo funzionale, lussuoso e "sereno", attraverso l'uso di inserti in pelle scamosciata e sedili in pelle (questi ultimi nella seconda fila possiedono molteplici possibilità di regolazione).

La consolle centrale, che si allunga attraverso le due file di sedili, può essere sollevata o abbassata e  può essere utilizzata come base per scrivere o per appoggiarvi un computer portatile, mentre la strumentazione, illuminata a Led, riprende il tema Liuli già presente all'esterno.

"Il mercato cinese e la clientela business hanno delle aspettative ben precise. Il nostro team ha risposto con una soluzione elegante alle esigenze professionali e personali", ha dichiarato in occasione delle presentazione Ed Welburn, Vice Presidente del Global Design di GM.  Probabile dunque che il Buick Business arrive a breve in Cina, che rappresenta il mercato più importante del marchio.

Se vuoi aggiornamenti su BUICK BUSINESS CONCEPT: UN MPV IBRIDO PER LA CINA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 22 aprile 2009

Vedi anche

Buick Velite: crossover ibrido plug-in al Salone di Guangzhou

Buick Velite

Alla rassegna cinese di novità automotive, il marchio premium per General Motors espone una inedita crossover sportiva ibrida ricaricabile.

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Il prototipo del SUV giapponese al Salone di Los Angeles

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell

Hyundai Ioniq Autonomous Concept: i segreti dell'auto a guida autonoma

In occasione del Salone Californiano, Hyundai svela il suo sofisticato prototipo dotato di guida autonoma che ne anticipa la versione di serie.