Mini Paceman: la Countryman si veste da coupé

Mini presenterà al NAIAS di Detroit una Contryman declinata in versione coupé 4X4. Se piacerà la vedremo sulle strade nel 2012.

Mini Paceman: la Countryman si veste da coupé

Tutto su: MINI Paceman

di Francesco Donnici

20 dicembre 2010

Mini presenterà al NAIAS di Detroit una Contryman declinata in versione coupé 4X4. Se piacerà la vedremo sulle strade nel 2012.

L’intramontabile Mini si presenta nella sua ennesima declinazione, proponendo un’interessante concept chiamata Mini Paceman e derivata dalla recente Countryman. Per l’occasione il SUV compatto perde due porte e si trasforma in una sfiziosa sportiva 4×4 da 211 CV.

Countryman coupé

Evoluzione in chiave sportiva dalla Countryman, di cui mantiene le dimensioni (4,11 m) e il tipo di trazione integrale chiamato ALL4, la Paceman tradisce la propria vocazione “racing” con il profilo abbassato di quasi 2 cm e le carreggiate aumentate di 4 cm che ospitano i grandi cerchi in lega da 19 pollici. Inoltre perde le due porte posteriori e guadagna contemporaneamente un lunotto più inclinato e sportivo che strizza l’occhio alle coupé.

La parte posteriore è quella che si discosta di più dalla Countryman, a causa dei nuovi gruppi ottici dalla forma arrotondata e delle finiture in plastica che proteggono la parte inferiore della vettura. Completano l’allestimento da auto di segmento premium i dettagli chic come le numerose cromature e le finiture rivestite in pelle che impreziosiscono ad esempio  le maniglie delle portiere e il tappo del serbatoio del carburante. Gli interni, visibili solo attraverso alcuni rendering, mostrano il classico stile Mini caratterizzato dai grandi strumenti  circolari e da interni realizzati con materiali superiori.

John Cooper Works

Per rimarcare la sportività della vettura i tecnici inglesi hanno optato per il propulsore  di punta della gamma Mini, ovvero il 1.6 litri Twin Scroll della Cooper S dotato del kit John Cooper Works (JCW) che sviluppa 211 CV e 280 Nm di coppia massima. La Casa non specifica i dati delle prestazioni, ma tenendo conto delle prestazioni della MINI Cooper S JWC, si può ipotizzare una velocità massima di circa 230 km/h e un’accelerazione da 0 a 100 km/h  vicina ai 6,5 secondi.

Le doti prestazionali sono accompagnate da capacità di handling superiori assicurate dalla trazione integrale abbinata al sofisticato sistema di sospensioni McPerson con bracci trasversali per l’asse anteriore e Multilink per quello posteriore.[!BANNER]

Debutterà a Detroit

La Mini Paceman Concept si mostrerà al pubblico in occasione dell’imminente Salone di Detroit (10-24 gennaio 2011), dove il management della Casa inglese testerà il gradimento del pubblico. Se l’accoglienza della vettura risulterà sufficientemente calorosa, la Paceman potrebbe calcare le nostre strade già a partire dal 2012 e non c’è dubbio che il generoso propulsore a benzina potrebbe essere affiancato anche da una variante diesel, probabilmente il nuovo il nuovo 1.6 di origine BMW da circa 150 CV, indicato per equipaggiare anche la futura Mini Cooper  SD.