Suzuki Swift: la R Concept è più cattiva

La versione sportiva della Swift s’ispira nell’estetica alle moto della Casa giapponese, mentre per la meccanica si pensa a un motore Volkswagen

Suzuki Swift: la R Concept è più cattiva

di Francesco Donnici

15 ottobre 2010

La versione sportiva della Swift s’ispira nell’estetica alle moto della Casa giapponese, mentre per la meccanica si pensa a un motore Volkswagen

Sarà il prossimo Salone dell’Auto di Pechino il palcoscenico scelto da Suzuki per presentare al pubblico la Swift R Concept, la versione sportiva della fortunata citycar giapponese giunta alla quinta serie. 

La nuova Showcar di Suzuki s’ispira chiaramente nell’estetica alla gamma di motociclette super sportive GSX-R della Casa nipponica. Il frontale particolarmente aggressivo vanta profili aerodinamici molto pronunciati e prese d’aria dalle grandi dimensioni, mentre nella parte posteriore si nota un grosso alettone aerodinamico che quasi certamente sparirà nella versione di serie. Molto belli alcuni particolari come i doppi proiettori allo xeno e i cerchi in lega a stella di colore nero.[!BANNER]

Secondo alcune indiscrezioni, la Swift R dovrebbe montare il 1.4 TSI da 180 CV abbinato ad un cambio doppia frizione di origine Volkswagen, che detiene quasi il 20% delle azioni della Casa di Hamamatsu.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...