Peugeot EX1 Concept: elettrica da 340 CV

Nata per celebrare i 200 anni di Peugeot, la roadster elettrica Concept EX1 ha già infranto sei record di accelerazione

Peugeot EX1 Concept: elettrica da 340 CV

di Andrea Tomelleri

22 settembre 2010

Nata per celebrare i 200 anni di Peugeot, la roadster elettrica Concept EX1 ha già infranto sei record di accelerazione

Auto elettrica non vuol dire solo emissioni zero. A volte significa anche performance elevate, soprattutto nelle accelerazioni dove il motore elettrico mostra i propri vantaggi rispetto al motore a combustione. Questo è quanto ha voluto dimostrare Peugeot con la concept car EX1, una roadster biposto dall’aspetto essenziale che celebra i 200 anni del marchio francese e, nel giorno della presentazione, ha battuto ben 6 record mondiali di accelerazione.

Design essenziale

Lo stile della Peugeot EX1 sembra evidenziare il lavoro di alleggerimento che ha caratterizzato fin dall’inizio il progetto. La carrozzeria presenta linee dinamiche con il posteriore che si stringe in prossimità delle ruote ravvicinate.

Il parabrezza scompare completamente contribuendo alla riduzione della sezione frontale e all’abbassamento del baricentro (l’altezza è di soli 90 cm per 1,77 m di larghezza). La struttura monoscocca è realizzata in carbonio a nido d’ape per ottimizzare la rigidità in rapporto alla massa.[!BANNER]

Due motori elettrici per 340 CV

Sotto il cofano Peugeot ha messo tutta l’esperienza nel campo delle elettriche, che ha inizio con la concept Asphalte del 1996. I motori elettrici sono due, uno in ognuno dei due assali, e vantano una potenza di picco di 125 kW. La potenza totale è quindi pari a 250 kW (340 CV) con una coppia massima costante di 240 Nm sia all’anteriore che al posteriore.

L’accoppiamento dei due propulsori consente inoltre di realizzare la trazione integrale permanente senza vincoli meccanici importanti tra i due assi. La batteria è agli ioni di litio ad elevato potere energetico.

Una cloche al posto del volante

All’interno l’abitacolo è cucito addosso al pilota, che si trova a pochi centimetri da terra in una posizione di guida con le gambe distese simile a quella delle monoposto. IL classico volante lascia il posto ad una futuristica cloche di ispirazione aeronautica.

I passeggeri sono protetti da una cellula in carbonio che, assieme al deflettore con funzione di roll bar, consente di guidare senza casco (comunque obbligatorio per l’uso in pista). Peugeot ha collaborato con l’azienda Ruby per lo sviluppo di due caschi specifici per il prototipo.

Accelerazione da record

Sono ben sei i record di accelerazione nella categoria A – Gruppo 8 – Classe 2 che la Peugeot EX1 ha già infranto, attualmente in attesa di omologazione da parte della FIA. In particolare la distanza di ¼ di miglio è stata coperta in 14”40 a 62,4 mph, i 500 metri in 16”81 a 107 km/h e i 1000 metri in 28” a 127,8 km/h.

Altri tre record inediti nella categoria sono: 1/8 di miglio in 8”89 a 50,61 mph, ½ miglio in 23”85 a 75,46 mph e 1 miglio in 41”09 a 87,6 mph.