Tata Pr1ma, la indiana di Pininfarina

Cuore indiano e stile tutto italiano per la concept che anticipa le future berline Tata

Tata Pr1ma, la indiana di Pininfarina

di Redazione

09 marzo 2009

Cuore indiano e stile tutto italiano per la concept che anticipa le future berline Tata

.

L’espansione del mercato indiano sta attirando molti costruttori e designer europei, con l’intento di conquistare una fetta di una torta molto ricca. In questa direzione si è mossa anche la Pininfarina, molto attiva nei mesi scorsi anche sul mercato cinese ed adesso impegnata in un nuovo progetto con Tata.

Grazie ad un accordo siglato con il colosso indiano all’inizio del 2008, la carrozzeria torinese fornirà a Tata il proprio know-how nel campo della ricerca, del design e dell’engineering e permetterà a Pininfarina di radicarsi in India offrendo ai costruttori automobilistici locali la propria consulenza.

Sviluppata sul pianale della Indigo berlina (non commercializzata in Italia), la Tata Pr1ma è il primo frutto della collaborazione italo-indiana e rappresenta l’interpretazione delle prossime berline Tata. La Pr1ma è una quattro porte molto vicina al gusto europeo, la linea è sobria senza essere anonima pur rispettando i canoni di essenzialità tipici delle vetture del colosso indiano.

Le forme dei fanali anteriori e posteriori ben si sposano con il profilo della carrozzeria, donando un equilibrio delle forme e dei volumi tipico dello stile italiano.

Rispetto all’Indigo guadagna un passo maggiorato pari a 2700 millimetri, necessario per garantire elevati livelli di abitabilità e comfort. Il posteriore affusolato e l’abitacolo inclinato comunicano, senza compromettere lo spazio interno, una sensazione da coupé sottolineata dal raffinato trattamento del montante, impronta tipica dello stile e della sportività Pininfarina.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...