Magna Steyr Mila Plus hybrid concept: pronta per Ginevra

Materiali riciclabili, 500 km di autonomia ed emissioni ridotte al minimo.

Magna Steyr Mila Plus hybrid concept: pronta per Ginevra

di Valerio Verdone

27 febbraio 2015

Materiali riciclabili, 500 km di autonomia ed emissioni ridotte al minimo.

Il Salone di Ginevra, si sa, non è solamente un palcoscenico per i grandi costruttori, c’è spazio anche per i tuner, per i carrozzieri, e per nuove idee che guardano al futuro. Così, una vettura come la Magna Steyr Mila Plus [glossario:hybrid] concept sarà una novità gradita nella kermesse elvetica che aprirà i battenti la prossima settimana.

Realizzata con diversi elementi del telaio e gli interni totalmente riciclabili, l’auto in questione è una coupé dalle dimensioni di un’utilitaria di segmento B, caratterizzata da un frontale affilato e da una linea decisamente intrigante. Si tratta di un’autentica supercar in miniatura e farà la sua figura tra i mostri sacri presenti al salone.

Per il momento è solo un prototipo, ma potrebbe raggiungere la via della produzione entro 2-3 anni. Interessanti le percorrenze dichiarate: fino a 75 km ad emissioni zero, grazie ai 2 motori elettrici che lavorano in sinergia con un motore 3 cilindri a benzina. L’autonomia generale prevista è di 500 km, mentre le prestazioni promesse sono da sportiva vera, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di 5 secondi, 4,9 secondi per l’esattezza, il tutto per emissioni di Co2 di appena 32 g/km.

Il peso è stato contenuto in soli 1.520 kg, grazie ad un telaio in alluminio che garantisce leggerezza e rigidezza nello stesso tempo per via delle batterie integrate nella struttura. Mentre, la configurazione è a 2 posti, perché la sportività può essere anche ibrida, in linea con quanto si sta vedendo anche nelle competizioni, dalla F1 al WEC.