Chevrolet Volt MPV5: a Pechino la concept ibrida

E’ basata sulla piattaforma della berlina Volt, dalla quale eredita la propulsione. Linea sportiva e ampio il bagagliaio

Chevrolet Volt MPV5: a Pechino la concept ibrida

di Francesco Giorgi

26 aprile 2010

E’ basata sulla piattaforma della berlina Volt, dalla quale eredita la propulsione. Linea sportiva e ampio il bagagliaio

Fra le concept esposte al Salone di Pechino, un prototipo interessante è quello presentato dalla Chevrolet. Si tratta della Volt MPV5, una versione monovolume sviluppata sulla berlina Volt a propulsione ibrido-elettrica, che in Europa farà il suo debutto nel 2011. A livello stilistico, le linee di questa concept sono decisamente sportive: un elemento gradevole, per una monovolume.

Questa caratteristica si nota, soprattutto, nei vistosi parafanghi che “abbracciano” i grandi cerchi in lega da 19″ a cinque razze, e in una idea di “muscolatura” che traspare dall’insieme, mentre la parte anteriore appare ispirata alla Volt. La Volt MPV5 amplia il concetto di vettura a basse emissioni destinata alla famiglia.

L’abitacolo è a cinque posti, ma con l’impiego del divanetto posteriore a sistema Flip&Fold, a scorrimento e ripiegamento in avanti con successivo allinearsi al piano di carico, il volume del bagagliaio va dagli 864 ai 1764 litri.[!BANNER]

La concept Volt MPV5 sfrutta la stessa tecnologia range extended della Volt. Il motore a scoppio, che ha la funzione di generatore, è da 1,4 litri e non è collegato alle ruote motrici. La sua funzione, infatti, è di ricarica alle batterie al litio sistemate nella parte inferiore della vettura. La forza motrice è assicurata da un motore elettrico da 150 CV, che eroga una coppia di 370 Nm.

L’autonomia a funzionamento ibrido dichiarata dalla Chevrolet è di 482 km, mentre con la sola trazione elettrica dovrebbe superare i 50 km.

No votes yet.
Please wait...