Concept al Concorso d'Eleganza Villa d'Este

Concept car targate Ferrari, Alfa o Bmw sfilano nel Concorso d'Eleganza Villa d'Este. Futuro (e passato) in mostra dal 23 al 25 aprile

Gianni Oliosi, direttore comunicazione e P.R. Bmw Italia, Karl Baumer, presidente del Concorso d'Eleganza Villa d'Este e responsabile di BMW Group Classic e Jean-Marc Droulers, presidente di Villa d'Este S.p.A., hanno presentato le vetture che si contenderanno il prossimo "Design Award for Concept Cars & Prototypes", che si terrà nel fine settimana del 23-25 aprile a Cernobbio, sulle rive del Lago di Como. Si tratta del Concorso d'Eleganza Villa d'Este, la sfilata che ha per protagoniste varie concept che si propongono all'occhio critico del pubblico chiamato a eleggere la più bella. Queste le auto che partecipano:

Spada TS Codatronca del 2008. Aerodinamica, costruzione leggera e handling sono i tre principi applicati da Spadaconcept. Ercole Spada, il progettista, ha creato un'auto votata alla potenza pura, con più di 600 CV e una velocità di 340 km/h, che soddisfa i requisiti della FIA per la classe GT1.

Bentley Continental Flying Star, Touring Superleggera del 2010. La base è una Continental GTC Cabrio. A partire dal montante del parabrezza, non c'è un tratto dell'automobile che sia stato trascurato. Nonostante le molte modifiche, i designer sono stati molto attenti a conservare i tratti tipici della Bentley. La Flying Star dispone di due diverse motorizzazioni, da 560 CV e 610 CV.

Ferrari P540 Superfast Aperta del 2010. Si tratta di un pezzo unico realizzato da Ferrari per un cliente americano e basato sulla F599 GTB Fiorano. L'automobile è la citazione di una vettura appositamente realizzata per il film di Fellini "Toby Dammit". La carrozzeria, come il suo alter ego, è interamente in oro. Gli ingegneri Ferrari hanno applicato a quest'auto sportiva circa 20 kg di rinforzi in carbonio, in modo che la 599 GTB, originariamente chiusa, potesse sopportare l'estrazione della parte centrale del tetto. Il motore è un potente V12 da 620 CV.

Frazer-Nash Namir, Italdesign, 2009. Questa Italdesign richiama il nome Namir, che in arabo significa tigre. E' veloce ed ecocompatibile grazie a uno speciale motore ibrido.

Alfa Romeo TZ3 Corsa, Zagato, 2010. In occasione del centenario del marchio Alfa Romeo, Zagato rende omaggio al biscione e presenta la TZ3 Corsa, simbolo della collaborazione ricca di tradizione tra i due marchi. L'idea di "bellezza utile" scaturisce, da un lato, da una filosofia funzionale e, dall'altro, dalla tradizione motoristico-sportiva che Zagato condivide con Alfa Romeo dal 1919. Con la TZ3, Zagato festeggia di nuovo un'anteprima mondiale al Concorso d'Eleganza Villa d'Este.

Torna la BMW 328 Kamm Coupé. Come ogni anno, Bmw presenta a Villa d'Este una concept car fuori concorso. In ricordo della vittoria alla Mille Miglia di 70 anni fa, la casa di Monaco ha scelto di "rinnovare" la Bmw 328 Mille Miglia Concept Coupé, un'automobile scomparsa dalle scene da quasi 60 anni. "Abbiamo mostrato al concorso quanto il passato possa essere un potente ispiratore per il futuro. Oggi la Bmw 328 Kamm Coupé è un esempio eccezionale di quanto futuro ci sia nel passato di Bmw", ha raccontato Karl Baumer.

Quest'auto è la sola delle 5, fra quelle che parteciparono alla Millemiglia prima della guerra, a restare in Germania. Ernst Loof, già ingegnere BMW, l'aveva messa al sicuro per sé e la utilizzava come auto privata. Nel frattempo, era diventato egli stesso produttore di automobili e fornì alla Germania del dopoguerra la veloce auto sportiva Veritas. Sempre in lotta con le avversità finanziarie, dopo alcuni anni Loof fu costretto a separarsi dal suo gioiello. La Kamm Coupé, comunque, non era destinata a trascorrere una lunga vita con il nuovo proprietario perché agli inizi degli anni Cinquanta fu rottamata a seguito di un incidente.

I primi sforzi per ricostruire il veicolo risalgono alla metà degli anni Novanta. Grazie all'ausilio di documenti provenienti dall'archivio del Bmw Group e da collezionisti privati, di misurazioni al computer nell'ufficio ricerca e sviluppo e delle abili mani di carrozzieri e specialisti di motori, è oggi possibile presentare per la prima volta al pubblico in occasione del Concorso d'Eleganza Villa d'Este questa memorabile auto da corsa. Per Karl Baumer si tratta di un progetto straordinario: "Ci sono state molte sfide tecniche, molte discussioni e innumerevoli ore di ricerca, ma quando si vede l'auto per la prima volta si capisce con quanta passione e professionalità tutti abbiano partecipato all'opera, oggi come allora". Insieme alla 328 Kamm Coupé, Bmw presenta al Concorso d'Eleganza Villa d'Este un'esposizione speciale delle altre automobili che, il 6 maggio, prenderanno il via alla Mille Miglia.

Se vuoi aggiornamenti su CONCEPT AL CONCORSO D'ELEGANZA VILLA D'ESTE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 08 aprile 2010

Vedi anche

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Un esemplare unico per il Motor Show di Bologna per cucinare su 4 ruote.

Buick Velite: crossover ibrido plug-in al Salone di Guangzhou

Buick Velite

Alla rassegna cinese di novità automotive, il marchio premium per General Motors espone una inedita crossover sportiva ibrida ricaricabile.

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Il prototipo del SUV giapponese al Salone di Los Angeles