Renault Trezor Concept, sportività ecosostenibile

La Renault Trezor Concept mescola forme futuristiche con una sofisticata meccanica elettrica derivata dalla Formula E.

Renault Trezor Concept, sportività ecosostenibile

Tutto su: Renault

di Francesco Donnici

03 ottobre 2016

La Renault Trezor Concept mescola forme futuristiche con una sofisticata meccanica elettrica derivata dalla Formula E.

Tra le show car più avveniristiche presenti all’edizione 2016 del Salone di Parigi (1-16 ottobre) troviamo certamente la Renault Trezor Concept. Il prototipo svelato in anteprima mondiale dalla Casa della Losanga alla kermesse parigina si presenta come una futuristica gran turismo capace di anticipare alcune soluzioni stilistiche che verranno utilizzate sui modelli del costruttore francese del prossimo futuro.

Esteticamente la vettura si fa apprezzare per i proiettori  anteriori  sottili che sfoggiano il classico motivo a L e risultano separati dal grande simbolo del Rombo, mentre il parabrezza avvolgente si mescola con la coda rastremata sfoggiando un lunotto che ricorda quello delle Corvette.

Lunga 4,60 m, larga 2,18 m, alta 1,08 metri e con una massa di 1.600 kg, la vettura si presenta estremamente bassa e larga ed il tutto viene esaltata dai grandi cerchi in lega che misurano 21 pollici davanti e 22 dietro. Nell’abitacolo si accede tramite la spettacolare apertura verticale del tetto: dentro troviamo una plancia a forma di “L” che vanta la presenza di un solo pannello con tecnologia Oled. I display risultano realizzati con i Gorilla Glass, ovvero il medesimo materiale utilizzato sugli smartphone.

Dal punto di vista meccanico, la Trezor sfrutta un motore elettrico derivato dalla Formula E che sviluppa 350 CV scaricati sulla trazione integrale e consente un’accelerazione fulminea da 0 a 100 km/h, pari a meno di 4 secondi. E’ possibile tra tre differenti settaggi di guida battezzati Neutral, Sport e Autonomous, con quest’ultimo dedicato alla guida autonoma.