Ginevra 2016: le concept di Italdesign, Touring e Pininfarina

Tre interpretazioni dello stile "all'italiana": la sportiva 2+2 (Italdesign), la spider rètro (Touring), la hypercar tecnologica (Pininfarina).

Alfa Romeo Disco Volante Spyder al Salone di Ginevra 2016

Altre foto »

Spazio alle grandi Carrozzerie. Il Salone di Ginevra 2016 fa parlare di sé anche per la presenza dei più celebrati atelier. Non fanno eccezione Italdesign, Touring e Pininfarina, che presentano tre prototipi ciascuno dei quali interpreta lo stile italiano: si tratta, rispettivamente, di GTZero Concept per Italdesign, Alfa Romeo Disco Volante Spyder allestita da Touring e Pininfarina H2 Speed.

Italdesign GTZero Concept

Una nuova ricerca stilistica dedicata alla propulsione elettrica: è la proposta Italdesign (oggi nell'orbita Volkswagen) che al Salone di Ginevra propone il prototipo GTZero Concept. Si tratta di uno studio di vettura ("ovviamente" di caratteristiche prettamente sportive) dalla carrozzeria "Shooting Brake" e dalla singolare apertura "a farfalla" delle due porte, che danno accesso all'abitacolo a due posti più due. L'impostazione delle linee esterne della Italdesign GTZero Concept, volutamente "pulita" e lineare, mette in evidenza specifici elementi aerodinamici "attivi" all'anteriore e prese d'aria a controllo elettronico; al posteriore, la coda tronca richiama le vetture sportive del passato. Cerchi da 22" all'anteriore e 23" al posteriore vengono equipaggiati con un set di pneumatici Pirelli PZero.

Altrettanto minimal, l'abitacolo della Italdesign GTZero Concept riassume le più recenti soluzioni tecnologiche di controllo: una "batteria" di quattro schermi per il conducente, e un display Oled domina la consolle centrale; il volante multifunzione viene dotato di levette che possono essere impiegate per la visualizzazione delle informazioni sui display e per l'attivazione della modalità di guida "Pista".

La concept realizzata dall'azienda di Moncalieri, fondata nel 1968 da Giorgetto Giugiaro e nel 1999 diventata Italdesign Giugiaro SpA viene equipaggiata con un modulo di tre motori elettrici, due collegati all'avantreno, il terzo che fornisce potenza motrice al retrotreno. La potenza complessiva della Italdesign GTZero Concept è di 483 CV, per una velocità massima dichiarata di 250 km/h (autolimitati) e un'autonomia di 500 km. La ricarica all'80% delle batterie agli ioni di litio (collocate all'interno del telaio - monoscocca in fibra di carbonio) richiede circa 30 minuti. Tecnologicamente, la Italdesign GTZero Concept è stata sviluppata per consentire modularità di propulsione: se ne prevede anche una versione ibrida.

Alfa Romeo Disco Volante Spyder Touring Superleggera

Fra le "one-off" (o quasi) più attese al Salone di Ginevra 2016, è da segnalare la Alfa Romeo Disco Volante Spyder, inedita edizione cabriolet del prototipo a carrozzeria sviluppata da Touring Superleggera dalla meccatronica derivata da Alfa Romeo 8C Competizione.

La Alfa Romeo Disco Volante Spyder è stata creata dalla Carrozzeria Touring per celebrare i novant'anni dalla fondazione dello storico "atelier" creato da Felice Bianchi Anderloni e Gaetano Ponzoni nel 1926 e che costruì la propria fama tra gli appassionati con "Superleggera", una tecnologia mutuata dall'aeronautica che utilizzava una scoccca in sottili tubi in acciaio e pannelli carrozzeria in alluminio.

Allestita sul telaio della 8C Spider Competizione, la Alfa Romeo Disco Volante Spyder - disegnata da Louis de Fabribeckers - segna il ritorno di Touring nel settore delle vetture "en plein air". La carrozzeria, costruita su un telaio "space-frame" in acciaio, sfrutta il tradizionale sistema dei pannelli, ribattuti a mano, con elementi in fibra di carbonio per il cofano motore, il paraurti anteriore e il sottile splitter inferiore, la mascherina, le modanature laterali sottoscocca, il tetto rimovibile, il cofano posteriore e il diffusore. Appare evidente, nell'analisi delle linee esterne del prototipo, l'ispirazione alla Alfa Romeo C52 del 1952 "Disco Volante". All'interno, la Alfa Romeo Disco Volante Spyder prevede rivestimenti in pelle Connolly: l'esemplare che viene presentato al Salone di Ginevra mostra l'abitacolo in tinta bicolore beige e nera; tuttavia, i sei ulteriori esemplari programmati potranno essere personalizzabili sulla base delle richieste di ogni singolo cliente.

Dal punto di vista della meccatronica, la Alfa Romeo Disco Volante Spyder sfrutta un'architettura "tradizionale": motore anteriore e trazione posteriore con cambio transaxle, sospensioni a quadrilatero e bracci in alluminio forgiato. Il motore che spinge la concept di Touring è un 8 cilindri a V da 4,7 litri, accoppiato a un cambio sequenziale a sei rapporti (la selezione avviene mediante le levette al volante) e differenziale a slittamento limitato. La potenza espressa dal V8 4.7 è di 450 CV e 480 Nm di coppia massima. La Alfa Romeo Disco Volante Spyder sarà prodotta in sette unità, il prezzo sarà a richiesta.

Pininfarina H2 Speed

Recentemente acquisita dalla indiana Mahindra & Mahindra, Pininfarina torna al Salone di Ginevra con un prototipo che si rifà alla gloriosa storia della Carrozzeria e, nello stesso tempo, affronta le sfide future della mobilità sostenibile. Il risultato è la H2 Speed Concept, sviluppata in partnership con GreenGT, azienda franco - svizzera specializzata in soluzioni powertrain eco friendly.

La H2 Speed Concept, che si ispira nello stile cromatico (bianco, vermiglio e giallo acido) alla celebre Sigma del 1969 che era stata studiata per l'applicazione di avanzati concetti di sicurezza alle monoposto di F1, presenta un telaio monoscocca in fibra di carbonio.

Tuttavia, è "sotto il cofano" che la Pininfarina H2 Speed Concept esprime le proprie peculiarità tecnologiche: la vettura viene equipaggiata con due motori elettrici da 503 CV complessivi, alimentati a idrogeno, i cui serbatoi da 6,1 litri di capacità a 700 bar di pressione, trovano posto all'interno di ciascuna fiancata, in modo da costituire precise funzioni aerodinamiche.

Dati alla mano, la Pininfarina H2 Speed Concept richiede tre minuti per un "pieno" di idrogeno; su strada, la velocità massima dichiarata è di 300 km/h, e il tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h viene completato in 3,4 secondi.

Se vuoi aggiornamenti su GINEVRA 2016: LE CONCEPT DI ITALDESIGN, TOURING E PININFARINA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 03 marzo 2016

Vedi anche

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Smart ForFood: l’auto incontra la cucina di Davide Oldani

Un esemplare unico per il Motor Show di Bologna per cucinare su 4 ruote.

Buick Velite: crossover ibrido plug-in al Salone di Guangzhou

Buick Velite

Alla rassegna cinese di novità automotive, il marchio premium per General Motors espone una inedita crossover sportiva ibrida ricaricabile.

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Subaru Viziv-7 Concept al Salone di Los Angeles

Il prototipo del SUV giapponese al Salone di Los Angeles