Volkswagen BUDD-e Concept: il Bulli diventa elettrico

VW ha svelato l’erede del Bulli, caratterizzato da una sofisticata meccanica elettrica e da soluzioni avanzate dedicate per la connettività.

Volkswagen BUDD-e Concept: le immagini ufficiali

Altre foto »

La Casa di Wolfsburg si presenta al CES di LAS Vegas, l'importante  evento dedicato alle ultime invenzioni tecnologiche, svelando l'inedita  Volkswagen BUDD-e Concept, futuristico prototipo che anticipa l'erede del celebre furgoncino "Bulli". Realizzato sulla nuova piattaforma Modular Electric Platform (MEB), il BUDD-e Concept è una delle risposte del Gruppo Volkswagen allo scandalo delle emissioni truccate conosciuto con il nome di "dieselgate", svelando il prossimo futuro ad emissioni zero del colosso tedesco.

Lungo 4,6 metri, alto 1,83 e largo 1,94 metri, il Volkswagen BUDD-e Concept sfoggia numerose e sofisticate soluzioni tecnologiche dedicate alla connettività, il tutto unito ad una meccanica elettrica di nuova generazione. La piattaforma MEB risulta sviluppata appositamente per le future auto elettriche della Casa tedesca e capace di garantire il giusto spazio per tutti i componenti, comprese le batterie. All'interno del veicolo, lo spazio abbonda, grazie ad alcune soluzioni "intelligenti" che hanno permesso ad esempio di integrare il sistema di climatizzazione nel frontale dell'auto, mentre la meccanica elettrica vanta una batteria agli ioni di litio da 92,4 kWh, capace di garantire un'autonoma di ben 533 km e tempi di ricarica delle batterie fino all'80% in soli 30 minuti. La vettura viene spinta da due motori elettrici: quello anteriore sviluppa 100 kW  e 200 Nm di coppia massima, mentre quello posteriore 125 kW e 290 Nm, portando così la potenza totale a 225 KW, più che sufficiente ad offrire prestazioni brillanti, riassumibili in una velocità massima di 180 km/h e in un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 6,9 secondi.

Su questa vettura non mancano ovviamente alcune tipiche soluzioni delle show-car, come la sostituzione degli specchietti laterali con due microcamere, mentre all'interno scopriamo un abitacolo a dir poco futuristico. La plancia sfoggia una serie di schermi capaci di controllare e di fornire tutti i comandi e le informazioni necessarie. Di fronte il guidatore troviamo l'Active Info Display che riporta le informazioni relative alla guida, mentre lo schermo risulta dedicato al sistema di navigazione con mappe 3D per i vari contenuti multimediale e dedicati alla connettività. Non mancano inoltre il riconoscimento dei gesti (Smart Gesture), mentre la versatilità è assicurata dai sedili che trasformano l'abitacolo in un salotto, grazie anche al divano posteriore dalle dimensioni decisamente abbondanti.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 07 gennaio 2016

Altro su Volkswagen

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto
Ultimi arrivi

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto

La Volkswagen Tiguan 2016 equipaggiata con la motorizzazione diesel 1.6 TDI debutta sul mercato italiano con prezzi a partire da 28.750 euro.

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale
Anteprime

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale

Sarà una vettura premium che si posizionerà in listino sopra la Passat.

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia
Motorsport

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia

Doppietta della Casa tedesca, l'ultima prima del ritiro dalle competizioni, nel rally australiano.