Rinspeed Etos: l’auto con il drone si svela al CES 2016

Basata sulla BMW i8 vanta un drone sul cofano posteriore.

Rinspeed Etos: l’auto con il drone si svela al CES 2016

Altre foto »

Prendete una BMW i8, rielaboratela esteticamente, infarcitela di tecnologia, ed ecco che avrete la Rinspeed Etos, una supercar ipertecnologica che debutterà dal 6 al 9 gennaio al CES di Las Vegas.

Così, dopo l'auto capace di andare sott'acqua, l'atelier svizzero si è concentrato sulla tecnologia, dotando la vettura in questione di un drone che può decollare e atterrare sul cofano posteriore, alla stregua degli elicotteri presenti sugli yacht.

Ma la vera novità è quella riservata agli interni, dove spiccano dei grandi schermi curvi da 21,5 pollici per garantire uguali opportunità di consultazione dell'infotainment sia al pilota che al passeggero. Il driver inoltre, può contare anche su un volante ripiegabile di sicuro impatto scenico.

La brillante carrozzeria è tenuta sotto controllo da otto telecamere ad alta definizione che consentono di osservare anche gli angoli morti: quelli normalmente impossibili da vedere, mentre gli schermi dei retrovisori virtuali entrano in azione solamente quando il pilota li osserva.

Lo stesso può gestire il sistema multimediale attraversi i comandi vocali e gestuali per distrarsi il meno possibile durante la guida.

Se vuoi aggiornamenti su RINSPEED ETOS: L’AUTO CON IL DRONE SI SVELA AL CES 2016 inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Valerio Verdone | 18 dicembre 2015

Vedi anche

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Citroen C4 Cactus Unexpected by Gufram

Un concept del Double Chevron per la Milano Design Week

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Salone di Ginevra 2017: la concept elettrica Jaguar I-Pace

Prefigurazione del nuovo corso eco friendly per il marchio di Coventry, la Suv-crossover I-Pace è attesa al debutto su strada nel 2018.

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Aston Martin Valkyrie: la hypercar realizzata con Red Bull

Sarà costruita in 150 esemplari adattati alla circolazione stradale da 2,8 milioni di euro l’uno