Porsche Mission E Concept: l’elettrica del futuro a Francoforte

La Casa tedesca mostra i muscoli del suo lato ecosostenibile presentando alla kermesse tedesca una futuristica quattro porte elettrica da 600 CV.

Porsche Mission E a Francoforte 2015

Altre foto »

In occasione del Salone di Francoforte 2015, Porsche apre un'interessante, quanto sbalorditiva finestra su quelle che potrebbero essere le straordinarie caratteristiche delle sportive elettriche del futuro, svelando forme e dettagli tecnici della Mission E Concept, prototipo di berlina sportiva a trazione elettrica che prefigura una possibile Porsche Panamera di domani.  

In questa inedita show-car, la Casa di Zuffenhausen ha raccolto tutto il suo bagaglio tecnico accumulato negli anni nel settore delle sportive dotate di propulsori elettrici, attingendo a piene mani dalla Porsche 918 Spyder e soprattutto dalla 919 hybrid che ha conquistato la mitica 24 Ore di Le Mans. La Mission E si presenta con un filante corpo vettura da berlina quattro porte, caratterizzato da un'aerodinamica avanzatissima e da alcune soluzioni stilistiche di sicuro effetto tipico delle concept, come l'assenza dei montanti centrali, l'apertura delle portiere a libro e le telecamere al posto degli specchietti laterali. La sportività dell'auto viene inoltre sottolineata dai grandi cerchi in lega che misurano 21 pollici all'anteriore e 22 pollici al posteriore che fanno da contorno ad un Baricentro distante da terra appena 130 cm. Per contenere la massa della vettura, i tecnici della Casa tedesca hanno realizzato il corpo vettura con l'uso di numerosi componenti super leggeri, tra cui la fibra di Carbonio e l'alluminio che fanno compagnia agli immancabili componenti in acciaio.

L'aspetto futuristico di quest'auto viene sottolineato anche negli interni, dove troviamo quattro sedili singoli ad alto contenimento e una plancia che ospita una console ricurva farcita da schermi OLED che possono esser controllati niente di meno che attraverso il semplice sguardo. Il pilota può sfruttare una strumentazione 3D che può essere posizionata a suo piacimento, mentre il passeggero può usufruire di un ulteriore schermo olografico posizionato proprio davanti a lui.

La Porsche Mission E sfrutta due propulsori elettrici capaci di sviluppare una potenza totale superiore ai 600 CV scaricati su tutte e quattro le ruote. L'enorme potenza delle due unità elettriche permette alla vettura di raggiungere i 100 km/h da fermo in soli 3,5 secondi, mentre la soglia dei 200 km/h viene toccata in appena 12 secondi. La vettura promette un'autonomia di ben 500 km, inoltre sfrutta un impianto di ricarica da 800 volt al posto dei tradizionali sistemi da 400 volt. Grazie al sistema di ricarica rapida "Porsche Turbo Charging", le batterie della sportiva elettrica tedesca possono essere ricaricate dell'80% in soli 15 minuti, utilizzando le classiche colonnine o in alternativa un sistema di ricarica a induzione.

Se vuoi aggiornamenti su PORSCHE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 15 settembre 2015

Altro su Porsche

Porsche: guida autonoma ma con moderazione
Tecnica

Porsche: guida autonoma ma con moderazione

Anche se la tecnologia sarà sempre più presente, le auto della casa di Zuffenhausen saranno auto da guidare.

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca
Motorsport

Nuova Porsche 911 RSR: tutti i segreti della nuova vettura da pista tedesca

La Casa tedesca svela la sua ultima arma da pista che verrà impiegata nei campionati IMSA e FIA WEC.

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada
Prove su strada

Porsche 911 Carrera 4S Cabrio: la prova su strada

Abbiamo guidato la 911 pensata per viaggiare a cielo aperto ed equipaggiata con il nuovo motore turbo.